Insieme per la Sardegna

insiemepersardegna
“Per ogni angolo del nostro Paese colpito da un’alluvione, uno smottamento, un terremoto, una ferita si è aperta del cuore di ognuno di noi. Oggi la ferita che si è aperta fa ancora più mare, perché a soffrire è la Sardegna, la mia terra d’origine”.
 
Scrive così Stefano Maullu, Presidente dell’Associazione Ambasciata di Sardegna organizzatrice e promotrice di Insieme per la Sardegna, concerto in favore della popolazione sarda colpita, nello scorso novembre, da una terribile alluvione che ha causato morte e distruzione nell’isola.
 
Ancora una volta è la musica lo strumento che unisce la solidarietà e lo spirito nazionale di un Paese che negli ultimi anni sta scoprendo sempre più la fragilità del proprio territorio, partendo dai terremoti dell’Aquila e di Modena e Ferrara, all'alluvione di Genova e provincia nel 2011.
 
I fari della solidarietà si accenderanno Domenica 19 Gennaio alle ore 16.30 presso il Teatro Dal Verme di Milano, dove si esibiranno il brianzolo Van de Sfroos, il più famoso gruppo sardo, i Tazenda, e Beppe Dettori, ex-cantante del gruppo dal 2006 al 2012, con la sua nuova formazione.
 
I tre artisti si alterneranno sul palco, eseguendo un intreccio di musiche e interpretazioni il cui ricavato sarà totalmente devoluto alle popolazioni alluvionate.
 
Un concerto che non guarda solo alla tragedia del passato, ma, seguendo le dichiarazioni degli artisti, si trasforma in un rito propiziatorio per il futuro, dal carattere quasi magico, che sottolinea la grande voglia di ricostruire e di ricominciare a partire dall’amore per la propria terra e per le proprie radici.
 
"Come musicisti - spiegano i Tazenda - ci teniamo a partecipare a questo evento immaginando di compiere uno di quegli antichi riti popolari, una cerimonia in cui si propizia la fortuna ed il benessere per tutti”. “Abba” –continua Beppe Dettori – in sardo significa acqua. Accadono cose, però, che vanno oltre la nostra comprensione e per placare la nostra paura cerchiamo di trovare spiegazioni e cause alla tragedia e al terrore della potenza devastatrice dell’acqua. Malcontento e senso di oppressione che rimpiccioliscono di fronte alla “madre di armonia” che straripa nelle nostre vite e sa tornare alla sua delicatezza rendendoci, ancora una volta, così minuscoli e indifesi...ma parte di essa”. “Forza Paris!” chiude, alla fine del suo intervento, citando l’Inno della Brigata Sassari. Anche Van de Sfroos, nonostante origine non sarde, ha abbracciato a pieno lo spirito della manifestazione: “E’ un concerto nato per aiutare la Sardegna a guarire le sue ferite, rimanendo Sardegna, isola sospirante, spesso visitata, sempre sognata”.
 
Conclude Maullu “Ci rivolgiamo in particolare al buon cuore di chi ama la Sardegna e di tutti i sardi, di nascita, di origine, di adozione, chi vive nell’isola e quanti, come noi, vivono lontani dalla loro terra d’origine, per stringerci insieme in un abbraccio, assistendo a questo straordinario concerto benefico. Non lasciamoli soli. Forza Paris, Avanti Insieme!”.
 
I biglietti sono disponibili sul circuito TicketOne al prezzo di 15 euro.
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.