Dalsani e La Belle Époque

belle-epoque-museo-del-risorgimento-mostra-milano“Ma ancora esercita la sua influenza
d’uomo e di donna sulla coscienza
e come l’abito spesso ha la coda
in scienza e in arte c’entra la moda” 

Se per caso vi trovate in Via Borgonuovo a Milano e non avete mai visitato lo splendido Palazzo Moriggia che ospita il Museo del Risorgimento, il mio consiglio è di fare un giro. Oltre alla collezione permanente, che illustra attraverso stampe, disegni, dipinti, il periodo della storia italiana compreso tra la prima campagna di Napoleone Bonaparte (1796) e l'annessione di Roma al Regno d'Italia (1870), potrete imbattervi in alcune esposizioni temporanee. Ed è quello che è capitato a me. 

Nello spazio al pianoterra di Palazzo Moriggia, fino al 16 marzo 2014 è possibile visitare la mostra “Belle Epoque, Il sogno elegante di Dalsani” a cura di Patrizia Foglia, promosso dal Polo Raccolte storiche e Case Museo del Comune di Milano, Cultura, con il contributo dell’Associazione Amichae - Amici di Palazzo Morando e Palazzo Moriggia.

Giorgio Ansaldi (1844-1922), in arte Dalsani, artista, caricaturista e intellettuale italiano nel periodo della Belle Epoque, anima con le sue opere mediante da un allestimento ad hoc, la sala espositiva affacciata sul cortile di Palazzo Moriggia. Dall’umorismo colto e raffinato al servizio della moda, dello spettacolo e dell’arte, Giorgio Ansaldi fu un grandissimo disegnatore, persona versatile e osservatore della società in cui viveva. Il suo stile inconfondibile riempiva le pagine delle principali testate umoristiche e di costume del tempo tra cui La scena illustrata - Rivista quindicinale di arte e letteratura, Il trovatore.

Il percorso espositivo si apre con il Manifesto de “La Luna” (litografia), periodico fondato dallo stesso Dalsani in cui si da molta importanza alle raffigurazioni di esposizioni nazionali attraverso caricature, soprattutto considerando quanto la passione per il viaggio, di quegli anni, stimoli lo spostamento di persone, di idee e di merci, dando un grosso impulso allo sviluppo culturale mondiale.

giorgioansaldiLa linea è forte, marcata da vero caricaturista, ma è anche espressiva, dinamica e sinuosa nei vari disegni preparatori e carica di un’incisività libera, genuina e sfumata nelle litografie. L’epoca in cui visse era quella degli spiriti liberi, dei progressi tecnologici, delle esposizioni internazionali e nazionali, dell’ottimismo diffuso e delle nuove esperienze intellettuali. All’età di 16 anni, Giorgio Ansaldi venne chiamato a lavorare con l’incarico di caricaturista per L’uomo di pietra, un giornale umoristico milanese.

Da questo momento in poi la sua vita diviene un’irrefrenabile corsa verso la perfezione della linea disegnata, la definizione della moda per spiegare il cambiamento e il ruolo assunto dalla donna e la ricerca incessante degli strumenti espressivi per definire il proprio tempo. La mostra è divisa in quattro aree tematiche: le delizie e gli scherzi della moda, il progresso e l’immagine, il palcoscenico del tempo e le esposizioni.

Il progetto nasce grazie alla collaborazione e al prestito di opere tra il Museo Nazionale del Risorgimento di Torino e Palazzo Moriggia, dando alla luce due corpose mostre che illustrano i il tempo e lo spazio in cui visse e si sviluppò l’arte di e la vita di Dalsani.

Belle Epoque. Il sogno elegante di Dalsani

Fino al 16 Marzo 2014

Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento
Via Borgonuovo, 23 - Milano
Orari:  dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17 e 30
Ingresso libero

Leggi anche:

Un aspetto sorprendente di Verdi

Amore e Psiche, la favola dell'anima alla Villa Reale di Monza

Daniel Spoerri e Andrea Oscar Braendli alla Fondazione Mudima

La meraviglia della Wunderkammern alle Gallerie D'Italia e al Museo Poldi Pezzoli

Copyright © 2006 - 2019 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT13181390157 MILANO TORINO PAVIA RIMINI