• Home
  • EVENTI
  • MI AMI ANCORA 2014 - a San Valentino (quasi) il festival della musica bella e dei baci.

MI AMI ANCORA 2014 - a San Valentino (quasi) il festival della musica bella e dei baci.

mi ami ancoraSe da ormai nove anni, l'estate, Mi Ami, d'inverno Mi Ami Ancora. Dopo il successo del festival estivo più atteso di Milano, nato indipendente e fattosi sempre più mainstream, si è voluto bissare con un appuntamento invernale e più ridotto, quest'anno alla sua quinta edizione.
 
Cambia la location, non più il Magnolia o l'Idroscalo, ma gli East End Studios di via Mecenate, e cambia la durata, non più tre giorni, ma solo il sabato notte, dalle 18.30 alle 3.30.
 
Se ai suoi albori il festival voleva celebrare la musica italiana sì, ma indipendente e quindi ancora sconosciuta, ora i nomi hanno cominciato a farsi grossi: quest'anno sarà la volta di I Cani e dei Bluebeaters, ad esempio. Ma vogliamo parlare di Patty Pravo, l'anno scorso? O dei Giardini di Mirò, Noyz Narcos, Linea 77, Dente e Aucan? Ma vediamo più da vicino i protagonisti di sabato 15 febbraio:
 
BOOM DA BASH – il quartetto reggae salentino erede dei veterani Sud Sound System con tre album all'attivo, di cui l'ultimo, "SuperHeroes", risale allo scorso giugno. Una ventata di estate, di cui francamente si sente troppo il bisogno;
 
MECNA – il rapper-paroliere dai testi-rebus. I suoi adepti sono decine di migliaia e i suoi videoclip, dalla grafica raffinatissima, vengono trasmessi ovunque. Rap di livello, alleluia;
 
DIMARTINO – trio nato dalle ceneri dei Famelika, gruppo siciliano supporter di Afterhours, Meganoidi e Caparezza. Ora si sono dati al cantautorato alla Brunori Sas, ma aprono i concerti dei Mogwai insieme ai Mount Kimbie. Non si può dire che non siano eclettici;
 
LES ENFANTS – nuovo gruppo milanese da record: più di 50 date in un anno, tra aperture, concerti in solo e partecipazioni varie. Underground ma non troppo, amano presenziare ad eventi anti-convenzionali random come i festival di editoria indipendente;
 
I CANI – i più attesi in assoluto. O forse il più atteso, perché trattasi di un certo cantautore romano, Niccolò Contessa, che di volta in volta si circonda di musicisti di altre band. Dai titoli assurdi dei suoi album ai progetti editoriali di nicchia con la Minimum Fax, un po' Luci della centrale elettrica, un po' Offlaga, un po' Baustelle, più indie di così si muore. Con "Glamour", il suo ultimo album, ha fatto il botto.
 
E poi, ancora: SOVIET SOVIET, BLUEBEATERS, BE FOREST, ALESSANDRO RAINA & ANTITEQ (& GUESTS), M+A, HIS ELECTRO BLUE VOICE, ALBEDO, ACKEEJUICE ROCKERS & ATTILA, THE LOVECATS, NOBODY CRIED FOR DINOSAURS.
 
Il prezzo, per otto ore di musica no stop, è di 15€ + 2,16€ di eventuale prevendita su Vivaticket.it (che consiglio fortemente per evitare code infinite magari sotto la pioggia). Apertura dei cancelli alle 18.
 
                                                                                            Marta Milasi

Leggi anche:

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.