• Home
  • MOSTRE
  • Una Guerra Epocale: in mostra a Milano le fotografie del primo conflitto mondiale

Una Guerra Epocale: in mostra a Milano le fotografie del primo conflitto mondiale

Alla Casa di Vetro di via Luisa Sanfelice 3, fino al 18 di aprile, è possibile visitare la mostra curata da Alessandro Luigi Perna dal titolo Una Guerra Epocale. Il primo conflitto mondiale nelle immagini degli archivi inglesi, francesi e tedeschi gestiti in Italia da Tips Images.

una-guerra-epocale-locandinaUn percorso fatto da 54 fotografie inedite, che allontanano lo spettatore dalla visione "classica" della storia scritta sui libri, per farlo invece avvicinare all'umanità di chi la guerra ha dovuto combatterla, sprigionando così appieno il senso disumano che il conflitto mondiale del '14-'18 ha avuto.

E' stata una guerra di logoramento, combattuta nelle trincee, che altro non erano che linee che stentavano ad avanzare. La Prima Guerra Mondiale ha logorato chi l'ha combattuta, arrivando a un numero di vittime altissimo, ma ha logorato gli stati stessi che l'hanno voluta: il conflitto ha infatti messo definitivamente la parola fine alla cosiddetta Belle Epoque, dando il via al declino delle potenze europee.

Dando un volto ai soldati che l'hanno combattuta, lo spettatore riesce a comprendere a fondo l'atrocità che è stata la Prima Guerra Mondiale.

Questo è lo scopo della mostra, come spiega lo stesso Alessandro Luigi Perna: le didascalie dettagliate che accompagnano ogni foto, infatti, citano gli avvenimenti più importanti, "ma l’obiettivo è un altro: immergere lo spettatore nell’atmosfera tragica, incredibile ed epocale di quella guerra".

Il curatore spiega anche chiaramente i criteri che ha utilizzato per selezionare le fotografie: dovevano essere belle, in quanto la fotografia è un'arte che già si era affermata da metà '800, ma dovevano anche raccontare una storia, uscendo dai canoni accademici della storia.

una-guerra-epocale-1La mostra si situa in un percorso più lungo dal titolo Hystory and Photography. La storia raccontata dalla fotografia, che vuole rappresentare, secondo i criteri citati appena sopra, la società contemporanea. Lo scopo è quello di "valorizzare e rendere fruibili al grande pubblicoi tantissimi archivi fotografici storici frequentati solo dagli addetti ai lavori".

A dare ancora più valore alla mostra è il fatto di poter interagire direttamente con chi l'ha ideata, permettendo anche uno scambio di idee e di opinioni davanti alle foto. Un ottimo modo, insomma, per ricordare la prima tragedia mondiale nell'anno del suo centenario.

Crediti:

La foto della locandina: soldato tedesco si butta da un aereo in fiamme. Archivio SSPL – Science & Society Picture Library, autore sconosciuto, 1914 - 1918, Tips Images.

Foto: soldati tedeschi in trincea. Archivio Mary Evans, autore sconosciuto, 1914, Tips Images.

Una Guerra Epocale. Il primo conflitto mondiale nelle immagini degli archivi inglesi, francesi e tedeschi gestiti in Italia da Tips Images

Fino al 18 aprile 2014

Casa di Vetro
Via Luisa San Felice, 3 - Milano
Aperta il lunedì, mercoledì venerdì e sabato dalle 14.30 alle 19.30. Chiusure straordinarie il 25 marzo e il 12 aprile.
Ingresso libero

Leggi anche:

Dal 12 marzo Klimt a Palazzo Reale. Tra sfarzo e femminilità

Milano Gallerie. Dalle parti della scultura e della pittura: un percorso storico dell'arte contemporanea nelle sale della Triennale

Da New York a Corso Como, l'arte di Erwin Blumenfeld alla Galleria Carla Sozzani

Il salvadanaio attaccato al muro. Storia dell'editoria dell'arte al Museo del Novecento

Gianfranco Pardi in mostra alla Fondazione Marconi; un'artista sui generis

Izis: quando la fotografia diventa poesia

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.