• Home
  • MOSTRE
  • Charlotte Perriand in Galleria Sozzani. Una Designer ingiustamente poco ricordata e fotografa da scoprire

Charlotte Perriand in Galleria Sozzani. Una Designer ingiustamente poco ricordata e fotografa da scoprire

Il 5 aprile ha inaugurato la mostra “Charlotte Perriand. Designer e Fotografa e Designer”, collaboratrice di Le Corbusier, presso la galleria Carla Sozzani di Corso Como 10, a cura di Jacques Barsac ed Enrica Viganò.

charlotte perriand1Per chi non passa da alcuni mesi da Corso Como la visita potrebbe essere scioccante, non tanto per la splendida cornice dello spazio al civico 10, quanto per il milieu urbanistico che lo circonda. Non possiamo non ammettere che i giardini che ci accolgono prima di entrare nell’elegante via siano migliorativi rispetto allo stato precedente, però bisogna abituarsi al contrasto, alla disomogeneità con l’esistente, e per un momento non riconosciamo più la nostra città.

Probabilmente la stessa sorte ebbero all’inizio i progetti del Modernismo architettonico e nel Design, dal Bauhaus a Le Corbusier, anche se solo la Storia potrà giudicare la genialità di chi ha cambiato il volto di Milano. Ciò che conta è che questa sensazione, passare dal nuovo alla raffinatezza del palazzo storico che contiene la mostra, ben ci fa andare con la mente ai tempi in cui Charlotte Perriand inventava, progettava, e fotografava.

L’esposizione nasce soprattutto con l’intento di presentare la produzione fotografica, anch’essa ascrivibile all’interno dei movimenti avanguardistici. Gli scatti in mostra, cinquantacinque foto provenienti dal Museo Nicéphore Niépce e dall’archivio Perriand, non sono mai stati però esposti o pubblicati.

sozzanii curatori la Fotografia ha svolto un ruolo fondamentale nella nascita e formazione della ricerca visiva ,filosofica, e politica di Charlotte. E’ presente anche una selezione di arredi, da  lei progettati e tutt’ora in produzione grazie a Cassina.

La mostra si trova al primo piano. Il corridoio d’ingresso e la prima piccola sala sono un’anticipazione delle  tematiche rappresentate: immagini in bianco e nero di particolari di tronchi e di elementi naturali nel corridoio e successivamente alcune immagini di Parigi e di vita cittadina in Jugoslavia e in Giappone.

Prima di entrare nella grande e candida sala, che racchiude il cuore dell’esposizione, notiamo un’immagine dell’artista sdraiata sulla Chaise Longue Basculante, che molti ritengono erroneamente opera di Le Corbusier.

charlotte perriand3Nella sala principale troviamo alle pareti le fotografie e al centro, su una pedana nera, gli oggetti di design: le chaises longue, tra cui la Basculante, sgabelli, tavoli e librerie, tutto nero, grigio e in legno chiaro.

Per gli scatti leggiamo in senso antiorario: immagini di reportage in Europa con uomini e donne della working class, ancora immagini di particolari naturalistici dove si rende evidente la texture.

Questi ultimi sono fossili o vrtebre di pesce, frammenti di metallo e ossa, che rendono il senso della creazione attraverso lo scorrere del tempo. La sua sperimentazione fotografica verteva infatti sull’idea di ritorno alla natura come bellezza primordiale, forza nei materiali e purezza delle linee.

Sulla terza parete le foto raccontano di oggetti che cambiano con l’intervento umano, di persone che lavorano e che provengono dalle classi sociali più basse. Ricordiamo ad esempio  Graffiti sul Ponte della Hakusan Maru, peschereccio in mare tra Marsiglia e Yokohama, del 1940.

Nell’ultimo spazio è il paesaggio ad essere modificato dall’intervento dell’uomo, dove comunque la Natura domina con la sua forza. Sono paesaggi innnevati e un Viadotto (1934). Di seguito ancora paesaggi dove gli elementi naturali propongono segni e textures come le Cave in Arenaria e il versante orientale del Grépon a Chamonix (1930).

Michela Ongaretti

Charlotte Perriand

Fino al 4 maggio

Galleria Carla Sozzani
Corso Como 10, Milano
Tutti i giorni 10.30-19.30. Mercoledì e giovedì 10.30-21
Ingresso libero
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.