• Home
  • CRONACA
  • Multa fino a 500 Euro a chi fa la carità a Verona

Multa fino a 500 Euro a chi fa la carità a Verona

Flavio-Tosi-Verona.jpgLa carità è nobile ed è segno di animo umano generoso di chi vive secondo i più importanti principi morali cristiani. Ma questo a Verona non è più possibile, perchè secondo il sindaco della città milanese, Flavio Tosi, la carità manifestata dai cittadini del luogo, ha provocato l'afflusso disordinato dei senzatetto, che si sono organizzati in accampamenti fatiscenti e privi di norme igienico-sanitarie, nelle zone che comprendono Cortile Mercato Vecchio, piazza Viviani, piazza Poste (compresi i giardini) cortile del Tribunale e piazza dei Signori, disturbando la quiete pubblica e sconvolgendo la serenità della collettività sociale.

Di conseguenza è stato preso un immediato provvedimento che ha scatenato non poche polemiche popolari e che riguarda precisamente l'attuazione di multare fino a 500 Euro, tutti coloro che praticheranno la carità e offriranno denaro ai soggetti in condizioni povere e disagiate che vivono alla meno peggio, adattandosi alle circostanze sfavorevoli di una vita da strada, sfortunata e in balia di pericolose avventure. E' un atteggiamento apparentemente crudele, ma ritenuto necessario e opportuno dal primo cittadino di Verona, che si considera in primis il più importante responsabile dell'ordine e del benessere della completa cittadinanza.

I poveri e i senzatetto disagiati e bisognosi delle necessità primarie per poter sopravvivere, saranno accolti in alcuni luoghi prestabiliti, dove riceveranno i dovuti ristori e soccorsi, ma non sarà concesso ai cittadini veronesi di prendere l'iniziativa di fare loro la carità spontanemanete, com'è successo fino ad ora, per evitare, secondo la visuale del sindaco, spiacevoli eventi che potrebbero fomentare delinquenza e disagi sociali, impendendo il regolare svolgimento delle  attività cittadine con tranquillità, igiene e rispetto dell'ambiente, specie per il centro storico. L'ordinanza, che vieterà di portare cibo e fare la carità ai senzatetto, è stata firmata martedì e colpirà soprattutto la Ronda della Carità, un'organizzazione notturna che in città si è dedicata a sfamare i disagiati e i poveri che hanno fatto ricorso per soddisfare i loro bisogni necessari. Per questo motivo, i componenti della Ronda caritatevole, genereranno polemiche al riguardo e cercheranno di rsolvere la situazione in altro modo.

Ma il sindaco sembra irremovibile  dalla sua decisione e la multa applicata, partirà da un minimo di 25 Euro ad un massimo di 500 Euro, a chi non rispetterà i provvedimenti messi in atto e decisi con assoluta fermezza. Il sindaco ha dichiarato che "la Polizia municipale è a conoscenza dei disagi provocati da molti sfortunati che vivono in accampamenti e, molti extracomunitari, a causa delle loro cattive azioni, hanno ricevuto l'avviso di espulsione nazionale, in seguito anche alle segnalazioni di alcuni residenti locali, che si sono lamentati clamorosamente. Evitiamo i bivacchi che si stanno verificando nelle zone cittadine centrali e ripristiniamo l'ordine sociale". Così si è espresso il primo cittadino di Verona, per salvaguardare, secondo la sua personale ottica, la cittadinanza veronese, la maggiorparte della quale, sembra aver accolto favorevolmente la sua iniziativa particolare.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.