Minorenni provano a far deragliare un treno

treno trenordE poi dicono che non ci dobbiamo arrabbiare. Senza parole. L'ennesimo episodio di stupidità minorile è accaduto l'altro giorno a Mazzo di Rho, frazione della più grande cittadina, dove passa la ferrovia Milano-Torino. Quattro ragazzini, di cui un tredicenne, hanno tentato di far deragliare un treno, per vedere che effetto facesse.

Il piano era semplice quanto idiota: piazzare un blocco di cemento sulle rotaie e vedere cosa succedesse. Il peggio è stato evitato grazie a un'ottima manovra del macchinista, che ha urtato l'oggetto ma è riuscito a mantenere il treno in linea. Dopo il brutto trauma, arrivato alla stazione di Rho centro, l'uomo ha avvertito la polizia e i tre giovani, ancora scossi da quanto accaduto, sono stati presi dopo una breve fuga. Un gioco che poteva trasformarsi in tragedia.

D'altronde siamo alle solite, dobbiamo capire perchè questi ragazzini provino questi gesti; la mia risposta è il forte distacco dalla realtà, generato da un uso continuo e assiduo di una miscela potente per la mente, composta da tv videogiochi e film violenti. Questi creano nel ragazzino un disagio e una noia che lo portano a non distinguere ciò che succede nella vita di tutti giorni, non capendo che un gioco così malato come provare a far deragliare un treno poteva avere delle conseguenze molto gravi. Ovviamente a questo si ci può aggiungere, sempre in via ipotetica, i pochi controlli effettuati dai genitori, sempre presi dal troppo lavoro per poter impartire ai figli le regole di vita, in questo caso perfino fin troppo basilari.

Insomma, i quattro sono stati presi e subiranno le conseguenze della loro stupidata (a parte il tredicenne che non è imputabile), ma un appello mi sento di farlo a tutti i genitori: controllate e passate più tempo possibile con i vostri figli, perchè l'incremento continuo generale di certe bravate sottolinea un forte disagio sociale che sta crescendo nelle nuove generazioni. Sarebbe un errore pensare a questi episodi solo in via isolata: meglio prevenire che dover curare, specialmente quando gli errori non sono rimediabili.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.