Paolo VI diventera beato

paolo VI 1Certamente Milano sarà ben lieta di condividere la gioia per questa notizia che eleva agli altari il suo Arcivescovo e Cardinale Giovanni Montini, divenuto poi Papa Paolo VI.

Il settimanale cattolico Credere ha rivelato in anteprima assoluta che, per la fine del 2014, Giovanni Carlo Montini, al secolo papa Paolo VI, sarà ufficialmente dichiarato beato.

Questa decisione è stata presa dalla commissione per le Cause dei Santi pochi giorni fa, proprio in concomitanza con la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, i due grandi papi che hanno preceduto e seguito Montini, che prima di essere stato papa era arcivescovo e cardinale di Milano.

La data prevista è il 19 ottobre,  dopo la conclusione dei Sinodo dei Vescovi, istituito proprio dal pontefice pochi mesi prima di morire, nel 1978.

Nel frattempo il cardinale Angelo Amato, a capo della commissione, si recherà da papa Francesco per la promulgazione del decreto del miracolo attribuito al continuatore del Concilio Vaticano II, noto per i suoi viaggi in tutto il mondo e per  la lunga amicizia con Aldo Moro, che continuò fino al rapimento ed uccisione  dello statista per mano delle Brigate Rosse nel maggio del 1978.

Anche la proclamazione della santità dell’arcivescovo di Milano avverrà, sempre grazie all’interessamento di papa Francesco, in tempi brevissimi, forse addirittura per il giugno del 2015.

paolo VI 2Tutto è cominciato il 20 dicembre del 2012, quando Benedetto XVI aveva proclamato le virtù eroiche di Paolo VI, avviando quindi le ricerche di un miracolo necessario per la beatificazione.

Dopo lunghe ricerche il postulatore Antonio Marranzo ha trovato qualcosa riguardante un fatto accaduto negli Stati Uniti a giugno del 2001.

Una donna,  incinta di cinque mesi, aveva appreso che il bimbo che portava in grembo era in condizioni critiche, tanto che i dottori, temendo gravi  malformazioni future, le suggerirono di abortire.

Decisa a salvare il figlio, la donna rifiutò e, grazie all’interessamento di una suora italiana che lavorava nell’ospedale, pregò a lungo papa Montini chiedendogli una grazia.

Poco tempo dopo, nuove analisi dimostrarono che il bimbo aveva avuto inspiegabili miglioramenti e all’ottavo mese la donna poté partorire, mediante taglio cesareo.

I medici hanno seguito con attenzione tutte le vicende cliniche del neonato, oggi tredicenne, giungendo alla conclusione che la sua sopravvivenza era del tutto inspiegabile.

Nel dicembre del 2013 la guarigione è stata proclamata come un miracolo dalla congregazione per le Cause dei Santi, mentre il 18 febbraio di quest’anno i teologi hanno riconosciuto l’intervento di papa Montini.  

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.