• Home
  • ARTE
  • Verdecuratoda: arte sociale, corale, sostenibile ed ecologica

Verdecuratoda: arte sociale, corale, sostenibile ed ecologica

verdecuratodaLa premessa fondamentale è una: l'arte contemporanea, oggi, non ha confini e limiti, e forse soprattutto per questo è difficile stabilire cosa sia o non sia Arte e, soprattutto, dare un valore all'opera artistica.

Ettore Favini, però, è uno di quegli artisti italiani contemporanei che è riuscito a dare un valore alla propria arte, coniugandola ai temi della sostenibilità, dell'ecologia e della socialità

Nasce nel 2005 il suo progetto artistico Verdecuratoda, che mira alla sensibilizzazione sul tema del verde, mangiato di anno in anno dagli asfalti e dai cementi delle città in espansione. 

E' però nel 2013 che Favini decide di "ufficializzare" il suo ambiziso progetto, costituendo una vera e propria associazione, per la diffusione della cultura dell'arte legata al sostenibile.

Verdecuratoda è fondamentalmente una scultura vegetale, che chiede di allargarsi, espandersi ed estendersi in ogni direzione

Il meccanismo è semplice: i partecipanti cercano un distributore di Verdecuratoda...Voi, inseriscono 1 euro all'interno e, automaticamente, verrà "sputata" fuori una pallina, contenente semi e istruzioni per dare vita alla propria, nuova piantina, che sarà parte integrante e fondamentale alla realizzazione dell'opera sociale di Favini.

Verdecuratoda è dunque, evidentemente, un esempio eclatante di opera partecipativa, perché "ogni uomo è un artista", come diceva Joseph Beuys nel 1985, che parla di una nuova arte antropologica, in cui la società si trasforma in un'opera d'arte e in un'utopia, possibile e realizzabile solo tramite la partecipazione di tutti, per la creazione di un opera d'arte totale.

Dopo aver partecipato al "gioco" delle palline, i partecipanti fanno sapere a Verdecuratoda dove hanno messo i propri semi e, una volta divenuti piantine, potranno fotografare "le nuove nate" e inviare le testimonianze fotografiche all'associazione, che tiene le fila della scultura, che si estende nei diversi luoghi d'Italia. 

E' inoltre possibile sostenere l'associazione e il progetto verde acquistando dal sito internet dedicato magliette, serigrafie, associandosi oppure facendo una donazione spontanea.

L'obiettivo di Verdecuratoda è quello di portare i distributori di semi in sempre più numerosi luoghi, da scuole ad ospedali, per fare in modo che la scultura vegetale si espanda in ogni direzione, in qualsiasi ambito, e diventi la più grande del mondo.

Un'opera corale, una microtopia realizzata da coltivatori "part-time" che riscoprono i piaceri, le esigenze e le soddisfazioni della terra, avvicinandosi ad un nuovo stile di vita e ad un nuovo tipo di arte che, forse, è l'arte del futuro.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.