• Home
  • CRONACA
  • Classificazione sismica aggiornata giugno 2014

Classificazione sismica aggiornata giugno 2014

classificazione-sismica2014In base all’intensità e alla frequenza dei terremoti del passato entra in vigore la nuova classificazione sismica del territorio italiano aggiornata a giugno 2014 che impone tra l'altro  l’applicazione di speciali norme per le costruzioni nelle zone classificate come sismiche.

Fino al 2003 il territorio nazionale era classificato in tre categorie sismiche a seconda della pericolosità. Successivamente ( con l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003, sulla Gazzetta Ufficiale n. 105 dell’8 maggio 2003) sono stati emanati i criteri di nuova classificazione sismica del territorio nazionale, basati sugli studi e le elaborazioni più recenti relative alla pericolosità sismica del territorio, ossia sull’analisi della probabilità che il territorio venga interessato in un certo intervallo di tempo (generalmente 50 anni) da un evento che superi una determinata soglia di intensità o magnitudo.

Le quattro zone, a pericolosità decrescente, nelle quali è stato riclassificato il territorio nazionale:
        
Zona 1 - Zona più pericolosa. Possono verificarsi fortissimi terremoti
        
Zona 2 - In questa zona possono verificarsi forti terremoti
        
Zona 3 - In questa zona possono verificarsi forti terremoti ma rari
        
Zona 4 - Zona meno pericolosa. I terremoti sono rari
           

A ciascuna zona è stato attribuito un valore dell’azione sismica utile per la progettazione, espresso in termini di accelerazione massima su roccia.   

Nel rispetto degli indirizzi e criteri stabiliti a livello nazionale, alcune Regioni hanno classificato il territorio nelle quattro zone proposte, altre Regioni hanno classificato diversamente il proprio territorio, ad esempio adottando solo tre zone (zona 1, 2 e 3) e introducendo, in alcuni casi, delle sottozone per meglio adattare le norme alle caratteristiche di sismicità.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.