• Home
  • CRONACA
  • Schettino sale in cattedra a Roma: lezione sul panico

Schettino sale in cattedra a Roma: lezione sul panico

Francesco Schettino sale in cattedra all'Università La Sapienza di Roma dove ha tenuto una "lectio magistralis" sulla paura e sul panico in situazioni di emergenza. Il primo a riportare la notizia è il Quotidiano Nazionale.

Gli studenti della facoltà di Medicina sono dapprima rimasti stupiti nel trovare un docente cosi' singolare che ha iniziato la lezione dicendo "Sono qui perché sono un esperto, ho navigato in tutti i mari del mondo e so cosa comportarsi e come reagire". L'ex comandante della Costa Concordia, naufragata all'isola del Giglio la sera del 13 gennaio 2013, ha parlato a braccio per quasi un ora incentrando la spiegazione su come avrebbe egregiamente coordinato la situazione emergenziale della Concordia evitando il panico.

"Ho viaggiato in tutti i mari del mondo" - avrebbe confermato Schettino - "So come ci si comporta in casi del genere, come bisogna reagire quando ci sono equipaggi di etnie diverse". "Scelte fatte che hanno avuto tutte una componente umana "fondamentale". Nella sua lezione Schettino avrebbe fatto intendere di esser stato capace di evitare una tragedia molto più grave paragonando il disastro della Concordia all'attentato alle Torri Gemelle dell'11 Settembre: "Come mai durante l’attentato alle Torri Gemelle, c’erano persone che si lanciavano dalle finestre e durante il naufragio della Concordia nessuno fece un gesto del genere?". La domanda è di quelle da non credere e lascia molti basiti. La risposta che gli si vorrebbe dare probabilmente sarebbe: "Schettino torni subito a bordo, cazzo!".

Sono in molti a domandarsi sull'opportunità di questa lezione, ricordando anche le parole del comandante Schettino al momento dell'impatto: ''Abbiamo urtato uno scoglio? Madonna ch'aggio combinate!'' Subito dopo nei nastri registrati si odono la altre parole di Schettino: ''Chiudere le porte stagne a poppa'', ordine che verrà ripetuto all'equipaggio anche dal vice Ciro Ambrosio, segno che già si presagiva l'entità del danno che si è concluso con il naufragio e la morte di 32 persone.

Il Rettore dell’università, Luigi Frati, ha deferito al Comitato etico il docente che ha organizzato questa iniziativa collaterale. Anche il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ammette che «la partecipazione di Schettino è un fatto sconcertante».

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.