Nuova Russia: il folle piano di Putin

Il disegno del nuovo zar Vladimir Putin è sempre più chiaro, conquistare l'Ucraina, tassello necessario per la creazione di quella che lui stesso ha definito come la Novorossija, la Nuova Russia che comprende l'area a nord del Mar Nero che fu conquistata dall'Impero Russo alla fine del XVIII secolo.

USA ed UE hanno le mani legate, lo stesso Obama è stato chiarissimo nel suo discorso "Russia responsabile di queste violenze, gravi costi per loro", ma gli USA non entreranno nel conflitto Russia-Ucraina perchè quest'ultima non fa parte della NATO. Inevitabilmente però Mosca sarà sempre più isolata e costretta a pagare l'ingerenza in uno stato sovrano con pesanti danni economici e un forte isolamento internazionale.

E' chiaro che se un paese confinante all'Ucraina dovesse decidere di appoggiare militarmente Kiev ed entrare in guerra con Mosca, la Nato sarebbe costretta a fare la sua parte. L'Europa non è mai stata cosi' vicina ad una nuova guerra mondiale. Putin nel suo disegno criminale è stato messo all'angolo da tutte le democrazie occidentali e il suo rischio più concreto potrebbe venire dall'interno; sono già molti i russi scontenti del regime, della corruzione dilagante e dell'impossibilità di dissentire dal regime stesso. Vi sono state anche di recente manifestazioni di protesta nei confronti dell'attuale classe dirigente russa, anche se i manifestanti vengono arrestati o dispersi dalla polizia in pochi minuti. Sono russi impavidi, che manifestano pacificamente contro il governo che non rispetta neppure i diritti fondamentali garantiti ai cittadini russi dalla Costituzione.

I russi sono preoccupati soprattutto per i risvolti economici, il Rublo è in picchiata e ha raggiunto il suo minimo storico cosi' come crollano le azioni delle più grandi aziende russe. I giornalisti che osato filmare il seppellimento dei militari russi morti in Ucraina sono stati picchiati da sconosciuti e a Mosca la polizia ha arrestato per 15 giorni un attivista che in piazza del Maneggio gridava: “I cadaveri dei parà non vengono da Marte”.zar-putin

Mosca è in marcia da anni su quest'obiettivo imperiale, l'intervento in Ucraina è solo l’ultimo di una lunga serie di invasioni in paesi vicini. Dopo l'invasione russa della Georgia nel 2008 che ha portato all’annessione alla Russia della regione autonoma dell’Ossezia del sud e dell'Abkhazia e dopo l'annessione nel 2014 della Crimea ucraina, Putin senza dichiararlo fa entrare in Ucraina migliaia di militari per conquistare il nuovo tassello del suo folle sogno. A tremare sono anche i paesi Baltici che temono di svegliarsi con i carri armati russi alle porte, entrati magari per caso, come è ora di moda dire a Mosca. Putin  ha deliberatamente violato la sovranità dell'Ucraina e si prende gioco del mondo. Le democrazie occidentali non possono permettersi di stare a guardare.

Leggi anche:

Paracadutisti russi arrestati in Ucraina: sconfinati per caso

Ucraina: tutte le bugie di Putin

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.