• Home
  • MOSTRE
  • Alla Triennale di Milano il Rame tra arte contemporanea, design, tecnologia e architettura

Alla Triennale di Milano il Rame tra arte contemporanea, design, tecnologia e architettura

Arriva in Triennale a partire dal 16 settembre un’esposizione che ci racconta di un materiale per noi indispensabile, il Rame, visto in quest’occasione sotto una luce nuova grazie a circa 250 pezzi che lo raccontano attraverso un approccio trasversale.

trame-mostra-triennale-milano-rameLa mostra dal titolo Trame. Le forme del rame tra arte contemporanea, design, tecnologia e architettura, a cura di Antonella Soldaini e Elena Tettamani è coprodotta da  Eight Art Project, una nuova società che realizza progetti culturali per l’arte contemporanea e per il design.

Un progetto che ha visto l’impegno di molti anche grazie alle ricerche di Giampiero Bosoni, Ico Migliore e Francesca Olivini, dell’Istituto Italiano del Rame e di un comitato scientifico del quale fanno parte Giampiero Bosoni, Maurizio Decina, Fiorenzo GalliIco Migliore e Vicente Todolí.

Veniamo alla mostra, qui potete visitare un percorso snodato tra opere di design e di architettura, documentazioni video e fotografiche, opere di arte contemporanea e applicazioni tecnico-scientifiche tutte accomunate dall’utilizzo del Rame, un viaggio-racconto tra molteplici esperienze diverse che in maniera differente hanno sfruttato in modo innovativo le qualità formali, strutturali e plastiche di questo prezioso materiale.

All’interno della sezione Design sono esposti più di 100 oggetti progettati e creati da personalità che sono rimaste affascinate dalla lucentezza del rame, ma anche dai suoi processi ossidativi e dalla sua evoluzione tecnologica, tra questi si citano Dimore Studio, Tom Dixon, Antonio Citterio, Odoardo Fioravanti, Martí Guixé, Gio Ponti/Paolo De Poli, Tobia Scarpa, Ettore SottsassGiorgio Vigna. In mostra inoltre è presente una selezione di capi disegnati da Romeo Gigli Prada che hanno sperimentato le proprietà del materiale in modo avanguardistico.

Nella sezione Architettura si possono osservare circa 10 modellini di progetti realizzati da alcuni tra gli architetti più famosi come Herzog & de Meuron, Renzo Piano, Aldo RossiJames Stirling. A questa segue la sezione dedicata alla Tecnologia, in questo campo il rame è impiegato nella realizzazione di microprocessori e componenti elettronici,  fondamentale per l’informatica e le telecomunicazioni. Qui è dedicato un focus anche sul suo impiego nel campo della Medicina, utilizzo che ha origini antiche già dai tempi degli Egizi e dei Greci per l’igiene personale e moderni date le ricerche sulle proprietà antimicrobiche.

Infine arriviamo alla sezione dedicata all'Arte Contemporanea che presenta anche alcune opere non esposte al pubblico da diversi anni, mirando in linea generale a fornire un'indicazione sugli sviluppi della ricerca artistica attraverso l'uso di assemblaggi di fili intrecciati, lastre lucide, ossidate o acidate e associazioni inaspettate con altri materiali. Una trentina di opere di importati artisti come Lucio Fontana, Luciano Fabro, Anselm Kiefer, Fausto Melotti, Joseph Beuys, Marisa Merz, Hidetoshi Nagasawa, Damián OrtegaAndrea Sala Danh Vo, realizzate dagli anni sessanta ai giorni nostri, coprendo un percorso ideale che va dall'Arte Povera alla Minimal Art fino alle tendenze contemporanee.

Dafne

TRAME. Le forme del rame tra arte contemporanea, design, tecnologia e architettura

16 Settembre. 9 Novembre 2014.

Triennale di Milano
Viale Alemagna, 6 Milano
Orari
Martedi - Domenica 10.30 - 20.30 
Giovedi 10.30 - 23.00
Ingresso 8,00/6,50/5,50 Euro

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.