• Home
  • CINEMA
  • MilanoFilm Festival 2014: il cinema mondiale è a Milano

MilanoFilm Festival 2014: il cinema mondiale è a Milano

milanofilm festivalParte il 4 Settembre e continuerà per 10 giorni uno degli eventi culturalmente più importanti dell’anno: il MilanoFilm Festival, una rassegna dedicata al cinema meno main-stream da tutto il mondo.

Il programma è davvero amplissimo.

A sfidarsi per il premio principale, dieci lungometraggi che mettono in luce il meglio del cinema emergente.

I registi in gara vengono da Ucraina, Giappone, Georgia, Francia, Germania, Messico, paese il cui cinema si sta sempre di più imponendo allo sguardo del mondo e che verrà ulteriormente sviscerato e messo il luce nella rassegna dedicata Hecho en Mèxico, e tra questi due progetti italiani indipendenti: il ventiquattrenne Enrico Maisto con il suo Comandante sugli anni di piombo, e Jerome Walter Guegen con la sua commedia surreale sul presente Le sedie di Dio, una co-produzione italofrancese.

58 cortometraggi, 32 paesi di provenienza selezionati fra oltre 2000 iscritti. Questi sono i numeri dell’interessante rassegna-gara della categoria cortometraggi “a tema libero” a cui si affianca parallelamente la categoria “400 sorsi”, dedicata alle scuole superiori, con a tema l’acqua come risorsa essenziale di vita per il pianeta e elemento di socialità, e che saranno proiettati al teatro Strehler il 13 settembre alle ore 11.00.

A questi si aggiungono i documentari di “Colpe di Stato” uno sguardo forte sul cinema documentaristico e sul mondo, realizzato con il sostegno della rivista internazionale, che porterà a conoscere diverse storie nascoste come il campo profughi di Yarmouk, in Siria o la diplomazia al lavoro nel difficile rapporto Kosovo- Serbia, con un particolare focus sul talento del maestro Eugene Jarecki e sul suo percorso artistico che avrà come culmine la MasterClass Why we fight dello stesso regista il 7 Settembre alle 17:00 presso il teatro Melato.

Diverse infatti sono anche le opportunità formative: tra queste, già chiuse le iscrizioni per quella tenuta di regia di Miloš Tomić, mentre Alan Holly, giovane animatore irlandese guiderà il Workshop di animazione Disegni Elettrici i cui risultati verranno esposti l’8 Settembre all’apertura della maratona di Focus animazione.

All’animazione è dedicata anche la proiezione di un’intera selezione di cortometraggi del ceco Jan Švankmajer, l’ultimo erede del surrealismo, ma anche uno dei più importanti esponenti delle neoavanguardie pittoriche dell’arte informale, omaggio per gli 80 anni del maestro.

Le pons de Sarajevo, The Bucarest Experiment, Anderson e Happily ever after, nel centenario dello scoppio della prima guerra mondiale e nel venticinquesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, ci porteranno ad analizzare più approfonditamente il nostro continente e la storia tormentata degli ultimi 50 anni del ventesimo secolo, nella cornice della rassegna Esperimento Europa 1914-1989-2014.

A tutto questo si aggiunge la rassegna Video Espanso, patrocinato dalla rivista Wired, riguardo allo sviluppo negli ultimi 2-3 anni del video musicale, Vernixage, un tentativo “di sondare un territorio liminale e dai confini ancora in via di definizione come l’Art Cinema, un ambito libero da ansie classificatorie e mantenuto vivo dal lavoro di artisti e autori capaci di far dialogare i presupposti e le grammatiche dell’arte contemporanea con la narratività del cinema” e il Salon de Refusé alla Scatola Magica, dove anche i registi non selezionati potranno esporre i loro progetti.

Ma MilanoFilmFestival va oltre le poltrone delle sale cinematografiche. Durante la rassegna ParkLive animerà ogni sera con Djset e musica live gratuiti Parco Sempione, mentre tutte le sere per gli amanti della musica Jazz l’appuntamento è davanti al Piccolo Teatro dove si alterneranno improvvisazione e esibizioni di musicisti del genere.

Un evento unico e ricchissimo che ogni anno si rinnova, si accresce e si perfeziona, fiore all’occhiello di una città capitale italiana della cultura, che punta ad essere sempre di più un faro anche a livello mondiale.

 

Costo abbondamento: € 45 (€35 riduzione)

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.