• Home
  • CRONACA
  • Milano, gang in maschera bianca gira video horror con ignari passanti

Milano, gang in maschera bianca gira video horror con ignari passanti


Di notte per le vie di Milano si aggira una gang in maschera bianca e cappuccio nero che sceglie come vittima passanti qualsiasi: la reazione terrorizzata dell'ignaro cittadino viene ripresa e il video pubblicato sul web.
White Mask Gang - Questo è quanto accade nel capoluogo lombardo, il gruppo - White Mask Gang - predilige luoghi deserti come parchi di periferia, la metropolitana di Rogoredo, parcheggi o lavaggio auto desolati. Sei ragazzi col volto coperto appaiono in alto alla fine delle scale, dietro un angolo, d'un tratto attorno alla macchina. La banda non dice una parola ma immobile osserva la vittima, le si avvicina, la rincorre. A volte con l'aiuto di un complice inscena un pestaggio oppure un inseguimento e il complice invoca aiuto oppure grida di scappare. E' sempre tarda sera o notte, il buio acuisce l'idea di pericolo e isolamento.
Nella clip passano le scene che hanno realizzato, il luogo sinistro in cui si verificherà il loro scherzo macabro, lo stupore del malcapitato di turno, la minaccia della gang e la reazione della vittima, in sottofondo musiche adatte a film horror. Dopo lo spavento iniziale, la gang mascherata si mostra in viso e spiega al passante terrorizzato che si tratta di un esperimento, di uno scherzo.
Gli autori - Dietro le maschere ci sono Alessio Stigliano e Alessandro Tenace e un canale YouTube con 300mila iscritti. "The Show" è il nome che si sono dati, un duo che "importa in Italia - come Stigliano e Tenace spiegano - scherzi e esperimenti sociali" americani. E aggiungono: "La prossima vittima potresti essere tu."
"Il montaggio del video è studiato per enfatizzare al massimo la percezione dell’ansia e della paura nello spettatore" dicono i TheShow sostenendo che la realtà vissuta dalle vittime risulta meno spaventosa rispetto all'idea che il filmato riesce a dare allo spettatore. 
Comunque tante sono le critiche su quelle "candid camera" horror, alcuni utenti dichiarano che nessuno ha il diritto di spaventare a morte qualcun altro anche se solo per pochi minuti o secondi. Inoltre c'è sempre il pericolo di una reazione negativa: c'è chi potrebbe sentirsi male oppure essere armato e reagire con violenza. Intanto i video stanno ottenendo migliaia di visualizzazioni e con i banner pubblicitari avranno generato anche notevoli introiti nelle tasche dei videomaker "TheShow".
Precedenti anche in Italia - Un altro gruppo opera già in Italia: in Umbria i DmPranksProductions - al secolo Diego Dolciami e Matteo Moroni - hanno pensato di girare video con un personaggio raccapricciante, si tratta di una persona vestita da clown che compie analoghi scherzi terrificanti come brandire un enorme martello col quale fracassare la testa di un pupazzo che però è tale e quale a un povero uomo privo di sensi, tutto ciò accade davanti a un innocente passante che crede di assistere a un omicidio. 
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.