• Home
  • CRONACA
  • Milano, donna cade indietro e la metropolitana la investe

Milano, donna cade indietro e la metropolitana la investe

Milano, donna cade indietro e la metropolitana la investe
Muore una donna investita dalla metropolitana nel capoluogo lombardo: il terribile incidente è avvenuto la notte tra sabato 27 e domenica 28 settembre alla fermata Inganni della M1.
Dinamiche dell'incidente - Marito e moglie sono scesi dal treno della metropolitana alla fermata Inganni di Milano, erano le 0.51 di notte. La metro diretta a Bisceglie ha richiuso le porte mentre la coppia si allontanava lungo la banchina. La donna portava con sé delle borse piene di vestiti e camminando ha perso l'equilibrio, onde evitare di cadere ha cercato di ritrovare l'equilibrio ma non è riuscita e alla fine è caduta all'indietro. Anche il marito con cui stava parlando non è riuscito a trattenerla. Nel frattempo il treno della metro ormai stava ripartendo per la sua destinazione e l'ha investita: l'impatto è stato letale. 
"Il macchinista - nella nota diffusa dall'ATM - accortosi del fatto, ha immediatamente frenato con prontezza estrema, ma per la donna non c'è stato nulla da fare in quanto nella caduta innaturale una parte del corpo era finita incastrata nel piccolo spazio tra treno e banchina".
I soccorsi allertati - ambulanze, guardia medica, carabinieri e vigili del fuoco - non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della signora mentre l'uomo - si chiama Armando e ha 48 anni - è stato condotto all'ospedale San Carlo per lo shock subito.
Pare quindi esclusa l'ipotesi di suicidio per la ricostruzione che è stata fatta dell'episodio da parte dei presenti. Al momento sono comunque al vaglio le immagini delle telecamere interne.
La vittima - La donna 42enne si chiama Annalisa Bola, proviene dalle Filippine, e è madre di 4 figli. La coppia stava tornando a casa.
ATM - L'azienda dei Trasporti Milanesi ha diffuso una nota nella quale porge le condoglianze alla famiglia della donna deceduta e esprime solidarietà verso il macchinista anch'egli traumatizzato dalla tragedia. 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.