• Home
  • TEATRO
  • Teatro Sala Fontana: cultura e arte per un calendario ricco di eventi

Teatro Sala Fontana: cultura e arte per un calendario ricco di eventi

teatro-sala-fontanaDodici proposte di spettacolo, tre prime nazionali, tanti incontri sul teatro e sull’arte e poi uno sguardo all’Expo: queste tra le promesse del Teatro Sala Fontana per la prossima stagione.

Un calendario intenso che spingerà appassionati e non ad entrare nel mondo magico del teatro.
Un invito per tutti a scoprire il mondo della recitazione.

Quello che salta agli occhi, guardando gli eventi in programma, è una attenzione particolare a dare risalto allimpegno femminile e alla riscoperta dei grandi classici in versione moderna.

Tra le offerte in programma: il laboratorio con Renzo Francabandera, il progetto Molière fronte/retro” affidato a Monica Conti, che recupera un ricco patrimonio dalle lezioni del grande maestro francese e in particolare la sua capacità comica di raccontare la crudeltà del mondo.
Grande attenzione anche a Pirandello, con il ritorno di due spettacoli che hanno avuto un grande successo del pubblico nella stagione precedente: “L’uomo, la bestia e la virtù” e “Uno, nessuno e centomila”.

salafontanaTra le curiosità, il Teatro Sala Fontana ospiterà una compagnia milanese in residenza, la baby gang, particolarmente sensibile alla lotta contro le mafie, che userà gli spazi per creare laboratori dal 16 al 19 ottobre in collaborazione con l’associazione Libera.

Per quanto riguarda l’argomento Expo, anche in Teatro Sala Fontana aderisce al programma Expo in città proponendo in esclusiva per il mese di luglio diversi appuntamenti per grandi e piccoli nella suggestiva cornice dei chiostri Bramanteschi di Santa Maria alla Fontana, adiacenti al teatro.

Eccovi un piccolo assaggio degli spettacoli che vi attendono.

16-19 ottobre 2014 
Zia Severina è in piedi
Testo e regia di Carolina De La Calle Casanova con Valentina Scuderi. Nel quartiere di Niguarda se la ricordano in tanti zia Severina mentre combatte, barricata a difendere la sua casa popolare. La sua caparbietà sono state di esempio per altre donne che come lei hanno iniziato a lottare.

5-9 Novembre, Teatro Cargo
LA DIVA
Tratto dal romanzo “La diva Julia” di William Somerset Maugham. Per la regia di Laura Sicignanocon Elisabetta Pozzi e Sara Cianfriglia. La protagonista è Julia, una donna perennemente in bilico, sul punto di cadere, attrice nella vita come sul palco: ironica e malinconica, entusiasta e depressa, cinica e ingenua, egocentrica e generosa, adorabile e detestabile.

12-14 novembre 2014
GIUSTO LA FINE MONDO
Per la regia di Simona Arrighi e Laura Croce. Testo intenso di uno degli autori più rappresentati in Francia dopo Molière, racconta di un uomo che torna a casa, dalla sua famiglia, per comunicare che presto morirà.
Se ne andrà senza averlo detto, ma l’incontro i membri della sua famiglia sarà l’occasione per rivelare se stesso proprio nel luogo, la casa e quindi la famiglia, che è quello della sicurezza, ma anche di rancori, di rimpianti, di aspettative, di gelosie.

 20-30 novembre 2014,Teatro del Carretto
LE MILLE E UNA NOTTE
con Elsa Bossi, Giacomo Vezzani, Nicolò Belliti. Il tema tratto da uno dei classici della letteratura mondiale è solo il pretesto che si fa elemento di raccordo tra visioni e frammenti di racconti felici o tragici tratti dalla mitologia, dalla fiaba, dalla letteratura e dalla drammaturgia.

11-14 dicembre 2014, Teatro Elsinor 
VOLARE
Concerto a Domenico Modugnonel ventesimo anniversario della scomparsa con Gennaro Cannavacciuolo con la regia di Marco Mete

teatro sala fontana foto

27 gennaio- 8 febbraio 2015, Teatro Elsinor
L’UOMO, LA BESTIA E LA VIRTÙ
di Luigi Pirandello con la regia di Monica Conti

12 - 15 febbraio 2015, Teatro E20inscena
NUDA E CRUDA
Per la regia Livio Galassi, di  e con Anna Mazzamauro e con Nicola Mancini, Lidia Norma. Musiche originali di Amedeo Minghi. La rappresentazione è un’esortazione a spogliarsi dei ricordi cattivi, degli amori sbagliati, del tabù del sesso, a liberarsi dalla paura della vecchiaia, a esibire la propria diversità attraverso risate purificatrici.

26 febbraio -1 marzo 2015, Teatro Popolare d’arte

RE LEAR O IL PASSAGGIO DELLE GENERAZIONI
Riduzione del testo e regia di Gianfranco Pedullà da “King Lear” di William Shakespeare. Mettere in scena “Re Lear” è come salire su una montagna e gettare un lungo e pietoso sguardo sul mondo, sulle conquiste e sulle cadute degli uomini. Una montagna misteriosa che, una volta scalata, svela lentamente la grandezza e la piccolezza del genere umano.

5 – 6 marzo 2015
AMALIA E BASTA
Selezione Premio Sonia Bonacina 2014. Di e con Silvia Zoffoli. Amalia lavora come hostess di museo. Una giornata che le sembra non passare mai diventa l’occasione per ripercorrere le tappe fondamentali della sua vita, quella di una ragazza come tante, ma diversa dalle altre: Amalia, infatti, è sorda dalla nascita. La sordità è per lei una diversità con la quale confrontarsi non solo rispetto agli udenti, ma anche rispetto agli altri sordi e, soprattutto, un’occasione per fare i conti con la propria identità, per riuscire infine ad accettarsi per quella che è.

 

Al Teatro Sala Fontana vi aspetta anche Fuori tempo massimo una chiacchierata con gli attori e con il critico teatrale Renzo Francabandera prima della visione di alcuni degli spettacoli in cartellone.Si parlerà di teatro, di arte e di molto altro ancora. Sorseggiando un buon bicchiere di vino (primo appuntamento sabato 8 novembre - ore 18.30)

 

TEATRO SALA FONTANA

Via Boltraffio 21 – Milano
Tel. 0269015733 E-mail fontana.teatro@elsinor.net 
Accesso disabili
- con accompagnamento

PREZZI

Intero - € 18,00 Ridotto - € 14,00 (Studenti universitari / convenzionati)
Ridotto - € 9,00 (Under 14 / over 65) Gruppi scuola - € 9,00

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.