• Home
  • MOSTRE
  • A Villa Clerici Il bello è addormentato

A Villa Clerici Il bello è addormentato

In una delle dimore più belle di Milano di straordinario interesse artistico e architettonico,  prezioso contenitore di opere d’arte sacra contemporanea realizzate da noti artisti del Novecento, è in corso un’esposizione altrettanto importante.

villa clerici il bello e addormentato.mostra milanoSiamo a Villa Clerici, qui è in corso la mostra inedita Il Bello è addormentato. Sogno tra storia, costume e teatro. La rassegna. curata dal Direttore della GASC, Angela Bonomi Castelli, dalla costumista e scenografa Antonella Poletti e dall’artista Donatella Colombo, presenta una selezione di costumi teatrali provenienti dalla storica milanese Sartoria Brancato, che ha lavorato per i teatri più prestigiosi del mondo, dalla Scala di Milano al Metropolitan di New York, dall’Opéra di Parigi al Covent Garden di Londra.

Con questa esposizione si vuole mettere in scena e raccontare le caratteristiche della moda e dell’abbigliamento maschile e femminile del periodo storico, compreso tra ‘700 e ‘800, in un percorso tra abiti emblematici e rappresentativi dello status economico e sociale dei personaggi dell’epoca: Nobili, borghesi, artigiani, servitori, prelati, educatori e contadini che hanno animato la vita della Villa nel susseguirsi del tempo.

Alle opere d’arte della collezione permanente, si affiancano preziosi costumi di dame e cavalieri, gli abiti sontuosi del cardinale, le livree con gallonature dorate dei valletti,, l’austero abito del precettore e le severe divise dei governanti. L’esposizione presenta inoltre i magnifici costumi in Stile Impero creati per la Tosca di Giacomo Puccini e di epoca tardo romantica per la Traviata di Giuseppe Verdi.

Marsine gallonate e ricamate, sottomarsine e i pantaloni detti culottes compongono gli abiti maschili, mentre preziosi tessuti e ricami, che si allargano sostenuti da panier settecenteschi o crinoline dell’Ottocento formano i costumi femminili.

Nel percorso potrete osservare alcuni importanti abiti di scena, come il gruppo di costumi creati per l’opera giocosa, tratta dalla commedia di Carlo Goldoni, musicata da Piccinni, La Cecchina ossia la buona figliola e quello da alto prelato in moiré di color porpora, realizzato per l’opera ispirata all’omonimo dramma teatrale di Thomas Eliot, Assassinio nella cattedrale.

Una perfetta fusione tra la moda italiana, derivata dalla Commedia dell’Arte del  periodo della Reggenza e del Rococò, che permette di capire come l’Abito inteso come costume teatrale ha impreziosito ciò che la musica ed il teatro creano attraverso il suono e l’immaginazione. 

In occasione della mostra sono previsti a Villa Clerici un ciclo di conferenze specifiche dedicato a temi come la storia del tessuto e della manifattura lombarda, la trazione marionettistica, l’architettura delle ville gentilizie e il ruolo della cultura per la crescita dell’economia e un nutrito calendario di percorsi didattici dedicati alla scuola primaria e secondaria.

Dafne

Il bello è addormentato. Sogno tra storia, costume e teatro

Fino al 29 novembre 2014

Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei di Villa Clerici
via Terruggia 8/14, Milano
da martedì a domenica, 9.30 – 12.30 14.00 – 16.30, chiuso il lunedì
Biglietto unico museo + mostra 8 euro
Biglietto unico ridotto museo + mostra 5 euro

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.