• Home
  • MOSTRE
  • Yves Klein e Lucio Fontana al Museo del Novecento

Yves Klein e Lucio Fontana al Museo del Novecento

Nel 1957 Yves Klein tenne la sua prima mostra personale di monocromi blu Proposte monocrome. Epoca blu alla Galleria Apollinaire di Milano, accompagnata da una presentazione di Pierre Restany. A raccontare di questo nuovo fenomeno in ambito artistico fu Dino Buzzati nella recensione Blu Blu Blu, e in quell’occasione l’artista non catturò solo l’attenzione della critica ma  Lucio Fontana fu uno dei primi acquirenti di un monocromo di Klein. Questo segnò la nascita di un nuovo rapporto, ricco di episodi significativi tra i quali un invito di Fontana a Klein per il progetto, non realizzato, di un’“architecture de l’air” che sarebbe stato presentato alla XII Triennale di Milano, nel 1960.

arengario-mostra-milano-yves-klein-lucio-fontanaEd è su questo rapporto che si focalizza la mostra Yves Klein - Lucio Fontana. Milan Paris 1957-1962 al Museo del Novecento di Milano, un’esposizione che indaga il percorso parallelo degli anni che vanno dal 1957 al 1962, di Yves Klein (1928-1962) e Lucio Fontana (1899-1968).

La mostra è organizzata in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana di Milano e con gli Archives Yves Klein di Parigi e prodotta dal Museo del Novecento con Electa, e si avvale di importanti prestiti provenienti da musei italiani e stranieri, tra i quali il Mnam - Centre Georges Pompidou (la grande Anthropométrie di Klein mai esposta in Italia), la Gam di Torino e la Gnam di Roma, il Mamac di Nizza, il Kaiser Wilhelm Museum di Krefeld e  il Louisiana di Humlebæk. 

klein fontanaIl percorso espositivo comprensivio di oltre 70 opere accostate a una ricchissima documentazione di fotografie, filmati d’epoca e carte d’archivio, si snoda all’interno del Museo del Novecento, oltre lo spazio espositivo della manica lunga, che solitamente ospita le mostre temporanee, occupando alcune delle sale più rappresentative della collezione permanente come quelle ‘fontaniane’ della Struttura al neon del 1951 e dei Concetti spaziali, rivisitate con un nuovo allestimento per accogliere in uno stretto confronto visivo anche le opere di Klein, e la saletta video, la sala focus e gli Archivi.

La loro vicenda creativa viene raccontata  nella piena autonomia dell’originalità artistica di ciascuno, un lungo itinerario sviluppandosi secondo una ricostruzione biografica e storico-filologica espone e confronta le opere principali dei due artisti mediante accostamenti tematici e visivi, all’interno di  soluzioni espositive progettate ad hoc per l’occasione. Tra queste il segno del neon di Fontana del 1951 dialoga idealmente con la riproposizione dell’installazione di Pigment pur, che fu presentata per la prima volta nel maggio del 1957 alla Galerie Colette Allendy di Parigi.

Entrambi evocano uno spazio immateriale, cosmico o spirituale, riferendosi idealmente all’oro della pittura medievale e al blu usato da Giotto, impiegando anche elementi naturali come la luce, il fuoco e l’aria, o ispirandosi a immagini astronomiche. 

Museo del Novecento 
via Marconi, 1- Milano
Orario:  lunedì 14.30 – 19.30 
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30 
giovedì e sabato 9.30 – 22.30 
Biglietto 
Biglietto intero: 5 euro 
Biglietto ridotto: 3 euro

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.