Shiatsu: un'antica tecnica di massaggio

shiatsuLo shiatsu è una tecnica di manipolazione terapeutica proveniente dal Giappone. I suoi fondamenti, tuttavia, derivano da antiche concezioni mediche e filosofiche cinesi, i cui principi ispiratori sono lontani dalla mentalità occidentale.

Secondo la tradizione cinese, le prime opere mediche si devono a due grandi sovrani: Shen Nung, re leggendario che avrebbe regnato verso il 2800 a.c., e il Primo Imperatore, Huang Ti (vissuto tra il 258 ed il 210 a.c.) fondatore dell'impero cinese. Ad entrambi sono attribuiti i canoni fondamentali della medicina cinese.

Tra il VII e l'VIII secolo d.c. la medicina cinese si diffuse in Giappone, dove fu rielaborata in modo originale sotto il nome di kanpo. Nel kanpo confluirono diverse terapie importate dal continente, tra le quali l'agopuntura, la moxa e la coppettazione o tui-na.
Durante il periodo Edo (1616 - 1867) la medicina kanpo divenne molto popolare e ciò favorì la fusione del tui-na col massaggio tradizionale giapponese (anmo), dando origine ad una nuova disciplina, l'anma, a lungo praticata da massaggiatori non vedenti.
In coincidenza con la modernizzazione del paese (1868 - 1912) e con l'introduzione in Giappone di tecniche manuali occidentali, come la fisioterapia e la chiropratica, nell'ambito del kanpo si elaborò una nuova forma di massaggio basata sulla pressione delle dita, chiamata, appunto, shiatsu (da shi  "dito" e tsu "pressione").

In realtà, nello shiatsu confluirono, insieme con la digitopressone, diverse altre tecniche manipolatorie sviluppatesi in ambito locale. Nel 1964 il Ministero per la Sanità ed il benessere giapponese ha riconosciuto legalmente lo shiatsu come sistema autonomo di cura, precisandone le caratteristiche. Attualmente in Giappone lo shiatsu è praticato, sia a scopo terapeutico sia a scopo preventivo, anche a livello ospedaliero e insegnato in ambito universitario.

In Europa e in Italia la tecnica shiatsu ha avuto negli ultimi trent'anni un grande sviluppo seguendo le scuole di grandi maestri giapponesi come Shizuko Masunaga, Toru Namikoshi, Wataru Ohashi ed altri, mentre sono rari gli ospedali che hanno aperto le porte a tale disciplina.
Lo shiatsu descrive il corpo umano come un magnifico intreccio di canali dove l'energia scorre in forma e concentrazione diverse. C'è l'energia più legata alla terra, alla materia, c'è l'energia libidica, il “fuoco della carne”, che lo pervade sino all'ultima cellula attraverso il sangue; infine, c'è un'energia più sottile, in parte legata al mondo della coscienza, in parte a quella dell'inconscio che coordina tutto: l'energia nervosa. Tutto questo in ogni singolo essere umano si “individua” in una forma che chiamiamo corpo, ma che contiene anche quel quid più sottile che tende a fargli realizzare proprio quell'unicità che è proprio dell'essere umano.

Lo shiatsu è parte integrante della medicina cinese che vede l'uomo in costante collegamento con l'energia unversale ed afferma che dall'equilibrio del potenziale energetico dipende il benessere fisico. Il KI (QI in cinese) è il flusso dell'energia vitale che scorre lungo linee immaginarie distribuite su tutto il corpo umano: i canali energetici denominati meridiani. Su di essi si possono individuare circa 600 punti superficiali chiamati tsubo.

Il trattamento shiatsu consiste nell'esercitare una pressione terapeutica, graduale, delicata e allo stesso tempo profonda e non invasiva, su precisi punti (tsubo) del corpo. Ad essi sono collegati i vari organi del corpo. Ciò consente di attivare il potenziale energetico (Ki) della persona trattata e di ridistribuirlo in modo equilibrato su tutto il corpo. Si ottiene così un beneficio degli organi in cui può essere stato riscontrato, attraverso la diagnosi (setsu-shin) una carenza o un sovraccarico energetico.
Il processo curativo avviene mediante la pressione esercitata su questi punti del corpo, ampiamente vascolarizzati e ricchi di terminazioni nervose. Da queste pressioni viene trasmesso l'impulso necessario a far scorrere correttamente, lungo i meridiani, l'energia vitale della persona trattata. Dalla riattivazione e dal mantenimento di questa energia dipendono il suo stato di salute e di benessere psico-fisico.
Lo shiatsu attiva le potenzialità di guarigione e ripristina, laddove è necessario, lo squilibrio energetico che è alla base di ogni malattia o malessere.

Gli operatori shiatsu operano a Milano presso Centri benessere, palestre, in studi privati e in qualche caso presso ospedali.
Non esistono diplomi regionali, certificazioni nazionali o internazionali, o altro che diano ai possessori una qualsiasi forma di abilitazione o autorizzazione pubblica e istituzionalmente riconosciuta, anche se Regione Lombardia con Legge Regionale n. 2 del 1 febbraio 2005, disciplina i percorsi formativi e le scuole per gli operatori e regolamenta le discipline Bionaturali di cui shiatsu fa parte. In Friuli-Venezia Giulia è già usato in cooperazione con la medicina tradizionale.

Laura Nicoli

Leggi anche:

Reiki, di cosa si tratta?

Mal di Gola: erisimo ed eucalipto

Sale marino, Salgemma, Cristallino

Centri termali a Milano e dintorni

Olio d'argan: l'oro del deserto

Baciarsi fa bene alla salute...ma fatelo con passione

L'argilla verde e i suoi benefici

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.