Intervista a John Statz e alla dott.ssa Manuela Valenti di Emergency

Intervista a John Statz e alla dott.ssa Manuela Valenti di Emergency

Domenica 20 maggio 2018 al Nuovo Teatro Ariberto Emergency ha festeggiato il...

La Biblioteca degli Alberi a Milano

La Biblioteca degli Alberi a Milano

Milano non è solo la città dei grattacieli, del traffico e della moda, ma...

ArtLab 2018: territori, cultura, innovazione

ArtLab 2018: territori, cultura, innovazione

Il 24 e il 25 maggio Base Milano ospita la terza edizione di...

In Porta Ticinese il primo temporary store della cannabis a Milano

In Porta Ticinese il primo temporary store della cannabis a Milano

Milano anticipa mode e tendenze e Hemp Embassy, in corso di Porta Ticinese...

Matt Mullican. The Feeling of Things

Matt Mullican. The Feeling of Things

È in corso fino al 16 settembre 2018 negli spazi di Pirelli Hangar Bicocca...

Le auto delle 1000 Miglia

Le auto delle 1000 Miglia

Non è possibile parlare o raccontare delle Mille Miglia e tralasciare coloro...

Le strategie di commercio della coppia EUR/USD

Le strategie di commercio della coppia EUR/USD

Nel mercato azionario, gli scambi che si concludono nella giornata sono da...

GUIDO PAJETTA

GUIDO PAJETTA

Galleria Rubin inaugura la mostra “Guido Pajetta, opere degli anni cinquanta e...

La cosa brutta al Teatro Libero

La cosa brutta al Teatro Libero

Sarà in scena al Teatro Libero fino a domenica 20 maggio  La cosa brutta,...

Il Padiglione tedesco. La Germania e Expo 2015

La Germania interpreta i temi di Expo2015, proponendosi in maniera diversa e inedita per imporre nuove riflessioni sui temi della tutela ambientale e della svolta in campo energetico, per creare consapevolezza su quelle che sono le forze della natura, fonti essenziali della nostra alimentazione che dovremmo proteggere e utilizzare in futuro al meglio.

expo-padiglione-germania-tiziana-leopizziIl Padiglione Tedesco “Fields of Ideas” ha il tema “be active”. Una risposta al tema dell’Expo Feeding the Planet, Energy for Life e alle grandi sfide del domani per alimentare l’intero pianeta, anche per questo l’Expo è concepito come un parco agroalimentare sostenibile.

La struttura con uno sguardo alle nuove soluzioni tedesche invita i visitatori a partecipare attivamente con un impegno per la società civile. L’agricoltura è intesa come settore economico e al tempo stesso elemento del suo tipico panorama culturale.

Il padiglione tedesco è un edificio il legno lamellare e acciaio concepito come un pianoro paesaggistico in lieve salita, dalla superficie accessibile, con piante stilizzate, “germogli di idee” che salgono dall’esposizione fino alla superficie, schiudendosi in un grande tetto di foglie. L’architettura è qualcosa di unico non c’è differenza tra artificiale e naturale e soprattutto non è concepita come qualcosa di rappresentanza esplicita ma come luogo di incontro e scambio.

padigione-germania-expo-milano-2015-tiziana-leopizziIl Padiglione tedesco offre due diverse possibilità di fruizione, due sentieri, due esperienze. Il primo è aperto a tutti a prescindere dall’esposizione interna, conduce attraverso un’ampia rampa al pianoro paesaggistico superiore, potete vagare e soffermarvi in questo spazio liberamente. Il secondo è un percorso guidato che si snoda attraverso l’esposizione interna al padiglione, per illustrare contenuti, scenari, idee e soluzioni sul tema proposto da Expo, per culminare nello Show conclusivo.

All’esterno, una serie di contenitori integrati nella facciata danno una prima visuale sull’esposizione e sui progetti di ricerca più innovativi provenienti dalla Germania. Entrando nel padiglione ha il via un percorso attraverso l’acqua, il suolo, il clima e la biodiversità, alla scoperta di idee e progetti incentrati intorno a queste risorse naturali.

Ad ogni visitatore sarà data una SeedBoard personale che diventerà il proprio cambio di idee, potete usarla per proiettare testi, immagini, filmati e giochi e avviare e gestire alcuni elementi dell’esposizione.

Quanto al Pre-Show, il preludio all’esposizione, qui vi è il primo spazio espositivo, dall’atmosfera misteriosa e piena di energia in un percorso che rende protagoniste le fonti centrali della natura con fontane, proiezioni e postazioni multimediali.

Inoltre con la Tavola tedesca potete apprezzare non solo le delizie della cucina, ma vedere i progetti delle scuole e prendere parte alle iniziative della società civile, ad esempio il tiglio del villaggio è un’attività pensata affinché ogni visitatore possa lasciare le proprie idee e condividerle. Con lo show Be(e) active potete immergervi nel mondo tedesco dell’alimentazione tra immagini, suoni e momenti emozionanti.

Dafne

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.