Tutti i falò di Sant'Antonio a Milano

falo cascina bibliotecaDei mille volti che compongono la metropoli lombarda, ce ne è uno meno conosciuto degli altri, ma sempre vivissimo nonostante il passare del tempo. E' quello che guarda alle tradizioni contadine e le tiene vive. E così la stessa Milano che corre verso l'Expo, celebra l'antica ricorrenza del Falò di Sant'Antonio, infuocando le notti del weekend 16/18 gennaio 2015 non con esclusivi party in discoteca, ma con tantissimi falò aperti a tutti.
 
Il falò di Sant'Antonio  ha sempre rappresentato uno dei momenti più attesi nel mondo contadino, non solo perché sanciva la fine del vecchio anno, ma soprattutto perché lo purificava, attraverso il fuoco, dai dolori e dalle sofferenze patite e si propiziava il nuovo, affidando al santo sogni, desideri e speranze.
 
Il legame tra Milano e agricoltura resta ancora forte, nonostante decenni di industrializzazione farebbero pensare il contrario, al punto che Milano si posizione al secondo posto nella classifica dei comuni agricoli d'Italia. Sono davvero numerose le associazioni cittadine che ogni hanno si fanno promotrici e organizzatrici dei falò, segno tangibile di quelle tradizioni che non appartengono solo alla Milano che fu, ma hanno un senso anche nella Milano di oggi. Location favorite per rinnovare la  tradizione, sono i parchi e le numerose cascine della cintura periferica milanese. La zona 7 in particolare, autentico polmone verde di Milano, ospita la maggior parte dei falò milanesi.
 
Uno dei più conosciuti è il falò di Sant'Antonio di Cascina Linterno, al Parco delle Cave. Anche quest'anno grandi e piccini si raduneranno intorno al maestoso fuoco che ogni anno viene allestito nel cortile della cascina,  attendendo il momento di bruciare la barba al fantoccio rappresentante il santo.falo cascinalinterno E se una volta, contemplando il fascino del fuoco, si affidavano al santo le preghiere per un raccolto abbondante o per trovare un buon marito, i desideri dei milanesi del giorno d'oggi vengono appuntati su foglietti di carta e lasciati bruciare insieme alle braci in un rito che, se ha perso parte del suo significato religioso, non ha perduto il suo ruolo di collante di una comunità che si ritrova, oggi come allora, ad esprimere insieme bisogni e desideri senza tempo. “Sant’Antoni da la barba bianca, fasem truà quel che me manca”, si diceva. Oppure: “Sant’Antòni da la barba grisa, fam truà quel che gu minga”. E chi non ha qualche sogno da affidare, se non al santo, almeno all'arcana magia del fuoco rigeneratore? Allora l'appuntamento è per tutti sabato 17 gennaio 2015 alle ore 21 presso Cascina Linterno, ingresso da Via F.lli Zoia e da Via Cascina Barocco.

Per maggiori info:
Associazione Amici Cascina Linterno, Via F.lli Zoia, 194, 20152 Milano.
Tel. 334 7381384
 
Per chi non vuole perdersi il primissimo falò l'appuntamento è venerdì 16 gennaio 2015 alle 20.45 in Via Dudovich 10 (Parco del Ticinello, zona 5) grazie al Comitato Parco Ticinello, Azienda Agricola Falappi (parcoticinello.it Tel 02 89500565 347 9649154).

Sabato 17, in zona 7, oltre alla già citata Cascina Linterno, è possibile partecipare al falò del quartiere Figino (ore 20.30 in via Molinetto) organizzato dall' Associazione Culturale San Materno Figino. Alla stessa ora, anche nel quartiere di Muggiano, si accende il fuoco in onore del santo (presso Molino del Paradiso,  via Mosca 116) . Alle ore 21 l'Unione Pescatori Cava Aurora non mancherà di dare vita al suo falò :  in via Broggini 30, presso la Cava Aurora del Parco delle Cave (info: cavaaurora.it).
 La zona 3 ospita un suggestivo falò, organizzato dalla Cooperativa Il Fontanile e Anfass a Cascina Biblioteca (parco Lambro):  alle ore 20 c'è il ritrovo per la tradizionale benedizione degli animali, alle 20.30 l'accensione del fuoco...e poi polenta e vin brulé per tutti! Per maggiori info: Cascina Biblioteca, via  Casoria 50 cascinabiblioteca.it Tel 02 21591143 e 02 2155006.
 
I falò proseguono anche domenica 18 in orario pomeridiano: alle 16 in via Airaghi 102 (di fronte ad Aquatica) con gli amici di Cascina del Bosco e per concludere alle 20.30 il falò del Centro Forestazione Urbana-Italia Nostra, presso la Cascina San Romano di Boscoincittà: fuoco, buoni auspici e bevande calde.
 
Invece per chi desidera contribuire in modo più attivo al falò, può contattare l'associazione La Risorgiva che organizza il falò a Settimo Milanese, a pochi km di distanza dai parchi della zona 7, sabato 17 alle 20.45 (larisorgiva.it).

Nessuna registrazione, nessuna mailing list o prenotazione necessaria. L'importante è esserci. Perdersi in questi angoli sperduti di periferia è facile, ma fa parte del gioco. E se il navigatore si impalla non c'è problema: basta guardare il cielo e seguire oggi come allora la scia del fumo...
 
Leggi anche:
 
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.