• Home
  • CRONACA
  • La sua casa è occupata: cerca di entrare e viene denunciato.

La sua casa è occupata: cerca di entrare e viene denunciato.

striscione casaErano ormai due anni che occupavano una casa di sua proprietà; e così Gianfranco Balzi, sessantenne di Milano, ha deciso di prendere in mano la situazione e approfittare di un momento in cui gli abusivi non c’erano per riprendere possesso della propria abitazione sita in via Bellosio 15, chiudendo la serratura dall’interno, dopo averla cambiata. 

Al ritorno degli abusivi, una coppia composta da un Italiano e una Marocchina, il signor Balzi avrebbe detto che non era disposto a lasciare nelle loro mani  la propria casa, e che se ne sarebbero dovuti andare. La coppia ha allertato le forze dell’ordine che, arrivate sul posto hanno provveduto, senza voler sentire ragioni a far uscire da casa propria il legittimo proprietario per permettere ai due di rientrare.

La vera barzelletta è che già l’anno scorso il signor Balzi aveva sporto denuncia presso il commissariato di polizia di via Mecenate, ma non era  servito a nulla. Davanti all’atto disperato del legittimo proprietario di casa i due abusivi avrebbero mostrato alle forze dell’ordine un contratto, falso a detta del padrone di casa, che li legittimava al dimorare in quell’appartamento, ma non sono riusciti a dimostrare nessun versamento di affitto per l’intero periodo in cui hanno vissuto lì.

La beffa però, è che oltre ad essere nuovamente stato cacciato da casa propria, è stato denunciato per violazione di domicilio ed arbitrario esercizio delle proprie ragioni.

«Sono arrivate due pattuglie, che mi hanno buttato fuori di casa, mi hanno perquisito, mi hanno denunciato e hanno consentito agli abusivi di tornare dentro casa mia. Mi hanno pure costretto a rimettere la vecchia serratura» ha dichiarato la “vittima”.

La conclusione di questa storia non può che essere incoronata dall’ennesima beffa: parrebbe cioè che l’amministratore del condominio dove il signor Gianfranco possiede l’appartamento in questione, continui a mandargli bollette e spese condominiali da pagare, come ascensore e riscaldamento. C’è quindi anche il rischio di ricevere delle ingiunzioni di pagamento per il riscaldamento centralizzato usato dagli abusivi che occupano casa sua.

Sfrattato da casa sua, denunciato e costretto anche a sostenere le spese; questo è il prezzo che deve pagare chi ha un immobile occupato abusivamente. Sembra quasi uno stimolo a delinquere di più, in una giustizia che sempre più accoglie chi urla : “Sono in torto ma ho i miei diritti!”.

Un'altra piccola freccia che si unisce alla faretra che colpisce chi decide di investire a Milano, città dove nel 2014, la pressione fiscale sugli immobili è salita al 60%. Se poi ci si mettono situazioni del genere, non si respira più.

Andrea Evangelista

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.