Milano diventa Rosa

Milano diventa Rosa

Milano si tinge di rosa e celebra i 70 anni della Lega italiana per la lotta...

I -Days 2018: quattro giorni di rock a Milano

I -Days 2018: quattro giorni di rock a Milano

Dal 21 al 24 giugno presso Experience Milano, nell'ex area Expo, approdano gli...

Jazz in Cascina 2018

Jazz in Cascina 2018

Il mercoledì, per la programmazione estiva 2018 di Dopo andiamo al...

Echi dall’antichità. Carl Burckhardt in mostra al Museo Vincenzo Vela

Echi dall’antichità. Carl Burckhardt in mostra al Museo Vincenzo Vela

Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto presenta fino al 28 ottobre 2018 una ricca...

I tarocchi del Mantegna alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

I tarocchi del Mantegna alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

Fino al 1 luglio 2018, la Pinacoteca Ambrosiana presenta i “Tarocchi del...

Modigliani Art Experience

Modigliani Art Experience

Il Mudec Culture di Milano dal 20 giugno proporrà la Modigliani Art...

Italianissima al Museo di Salò

Italianissima al Museo di Salò

Fino al 9 dicembre, presso il Museo di Salò, piccola e suggestiva...

YogaFestival: edizione 2018

YogaFestival: edizione 2018

Il 21 giugno si celebra la Giornata internazionale dello Yoga e anche Milano...

Estate Sforzesca 2018

Estate Sforzesca 2018

Con 74 spettacoli, di cui 24 a ingresso gratuito: fino al 26...

Verybello.it: diventa un cult

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini ha presentato lo scorso venerdì la nuova piattaforma online Verybello.it che si porrà come manifesto dell'evento Expo 2015.

"VeryBello! - Viaggia nella bellezza", questo lo slogan che compare aprendo il sito, scritta che si staglia sullo sfondo di un'Italia presa dal satellite di notte completamente illuminata; è una nuova piattaforma digitale che raccoglie il calendario di più di 1.300 eventi culturali collaterali al programma ufficiale dell'Expo, dalla Biennale di Venezia a Umbria Jazz, dai classici del Teatro Greco di Siracusa fino al Festival degli artisti di strada di Ferrara. E' anche una prima "sperimentazione del modello su cui dovrà investire l'Italia, il più grande e unico museo diffuso del mondo", per guadagnare visibilità e per incentivare a visitare l'intera penisola. Il 7 Febbraio Verybello.it sarà presentato ai tour operator stranieri visto che finora è presente online solo in italiano. verybello

Ci sono alcune caratteristiche di questo nuovo lancio che hanno scatenato gli utenti del web, in particolare sulla piattaforma Twitter. Si parte innanzitutto dal nome Verybello che non è affatto piaciuto anche se, nell'intenzione di chi l'ha ideato, dovrebbe rispecchiare la cultura e la bellezza della penisola; in molti si chiedono: "E' uno scherzo?" oppure altri tweet "#Verybello ha ucciso la lingua italiana".

Ma è lo stesso Franceschini a fare ironia su Twitter rispondendo "In 6 ore 500.000 accessi a verybello.it! Come speravamo grande pubblicità da ironie, critiche e cattiverie sul web... Verygrazie!". Sembra proprio che questo nome abbia scatenato non poche critiche, ma proprio grazie a queste è riuscita ad ottenere una maggiore visibilità e a essere virale su tutto il web e i social. C'è chi parla di strategia grazie alla quale ottenere tantissime visualizzazioni, però c'è anche chi afferma che un nome del genere vada a ledere un'immagine già debole dell'Italia; è possibile trovare un'equilibrio tra questi due estremi? Sembra proprio che la risposta sia negativa.

Monica Lia Monacchi

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.