Una nuova centrale dell’acqua per Milano

Una nuova centrale dell’acqua per Milano

Dal 4 luglio Milano ha una nuova Centrale dell'Acqua, in via Cenisio 39,...

Cosa fare questo weekend a Milano? 13-15 luglio 2018

Cosa fare questo weekend a Milano? 13-15 luglio 2018

Come sempre MilanoFree.it offre i suoi consigli sui...

Milano Latin Festival 2018

Milano Latin Festival 2018

La musica infiamma il palco del Milano Latin Festival per la settimana più...

L'Uomo Bianco Nella Foto - L'incredibile storia di Peter Norman in scena al Castello Sforzesco

L'Uomo Bianco Nella Foto - L'incredibile storia di Peter Norman in scena al Castello Sforzesco

Ho sempre avuto la balzana idea che lo sviluppo di una nazione e del suo...

Visita in Miniera in Lombardia con i bambini

Visita in Miniera in Lombardia con i bambini

La proposta che vi voglio fare con quest'articolo, è quella di fare una...

Politica e finanza: le logiche dei mercati

Politica e finanza: le logiche dei mercati

Politica e finanza, come dovrebbe essere, o Finanza e politica come purtroppo...

Bus e tram di Milano ancora terra di nessuno?

Bus e tram di Milano ancora terra di nessuno?

I mezzi di superficie atm sono ancora pericolosi. E non parlo delle ore...

Ciclovia del fiume Oglio

Ciclovia del fiume Oglio

Ecco una proposta per gli amanti della pedalata panoramica, percorrere i 282...

Harry Potter a Milano o gli studios di Londra?

Harry Potter a Milano o gli studios di Londra?

Babbani di tutta Italia siete pronti? «Harry Potter: The Exhibition», la...

La Scala "teatro di tutti" per Expo 2015

A Milano si è tenuta la presentazione del calendario delle mostre e dei progetti che si terranno prima e in concomitanza con Expo 2015. Tema molto discusso è stato quello di garantire accessibilità a quelle persone diversamente abili al Museo teatrale della Scala, argomento condiviso con la Fondazione Don Gnocchi, l'Ente azionarie Sordi e l'Istituto dei Ciechi

L'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino è così intervenuto: "Credo da sempre che ci sia un diritto alla bellezza, inteso come possibilità per tutti di accedere senza barriere, in condizioni di parità, al patrimonio artistico e culturale che il nostro Paese e le nostre città offrono a partire da Milano e da uno suoi simboli nel mondo come il Teatro alla Scala. Il calendario di iniziative presentate oggi e il progetto che renderà questo luogo fruibile anche dalle persone ipovedenti e sorde oltre che dalle persone con disabilità motorie, rappresentano l’inizio di un cammino che porterà la nostra città attraverso Expo 2015 e che lascerà in eredità luoghi più accessibili, mettendo, arte e cultura, ma anche tempo libero, sport e trasporti veramente a disposizione di tutti”. Una nota critica arriva però sempre dallo stesso assessore: “Milano sconta un ritardo ventennale nelle politiche. Stiamo colmando il tempo perduto impegnandoci per garantire i servizi essenziali, ma anche l’abbattimento delle barriere architettoniche per dare a tutte le persone con disabilità l’opportunità di vivere la città in condizioni di parità con chiunque altro. È innanzitutto una rivoluzione culturale che stiamo portando avanti nella nostra città insieme alle associazioni, alle persone con disabilità e alle loro famiglie”.

Alexander Pereira ha presentato anche il nuovo calendario di mostre al museo: "L'iniziativa di cui siamo particolarmente orgogliosi, e per la quale ringraziamo il partner JTI, è il progetto accessibilità grazie al quale tre giornate al mese saranno dedicate ai visitatori diversamente abili. Anche in questo la Scala conferma la sua volontà di essere il Teatro di tutti". Le visite si terranno il lunedì dalle 9 alle 10 con ingresso gratuito: da un lato per i non vedenti è previsto un percorso tattile e uno sonoro; dall'altro per i non udenti, le visite saranno condotte da un interprete della lingua dei segni. Sono previste poi visite su misura anche per la terza e quarta età; tutto questo anche grazie ad Expo2015 che incentiva iniziative e programmazioni più intense.
 
Tra le iniziative presenti ricordiamo la mostra sulle opere del pittore e scenografo Salvatore Fiume,(15 gennaio - 20 aprile 2015). In primavera poi arrivano alla Scala documenti e costumi storici di Turandot: l'opera di Puccini il primo maggio darà probabilmente il via al semestre Expo della Scala, anche se molto discussa dai sindacati come scelta per mancato rispetto alla festa dei lavoratori. A Turandot seguirà la mostra Il cibo nell'opera lirica (luglio- ottobre 2015) e «Il balletto alla Scala» (novembre-dicembre 2015). All'interno del Museo saranno organizzate visite animate in cui attori professionisti e cantanti dell'Accademia della Scala, interagendo con il pubblico, faranno vivere i personaggi di alcune celebri opere di Rossini, Puccini e Verdi. Infine due contest fotografici sulla pagina Facebook del Teatro alla Scala: uno a metà febbraio e uno durante il periodo Expo.
 
Con il primo contest, verranno scattati selfie legati alla propria opera d'arte preferita all'interno del Museo, poi rinominati con un nuovo titolo inserendo l'hashtag #myscalamuseum. Il secondo contest scorre in concomitanza con l'inaugurazione di Expo e saranno postate su Facebook diverse foto e le più originali vinceranno.

Monica Lia Monacchi

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.