Il Gabbiano al Teatro Litta

ph valentina bianchiSe anche voi come me credete fermamente che il teatro sia una delle più oneste forme d’arte esistenti, se vi piacciono le storie che puntano dritto al cuore della società senza troppi giri di parole esplorandone, con schiettezza intellettuale, pregi e difetti, allora, Il gabbiano di Čechov catturerà sicuramente la vostra attenzione.

Il 3 febbraio sul palco del Teatro Litta debutta, prima nazionale, Il Gabbiano per la regia di Antonio Syxty.

Il capolavoro di fine ‘800 di Čechov si promette di porre sotto la “lente d’ingrandimento” le relazioni interpersonali dell’epoca, rivelatesi poi poco dissimili dalle odierne, raccontandoci in particolare il divario generazionale come quell’insieme di gesti, azioni e reazioni, parole giuste o sbagliate che sempre esitano in una frattura ben profonda.

Il Gabbiano è la storia dell’incomprensione e dell’inadeguatezza dei giovani agli occhi degli adulti, ma anche la storia di adulti incapaci di fornire il sostegno necessario per la responsabilizzazione e la realizzazione dei figli.

 Antonio Syxty, alla guida di un cast dinamico ed eterogeneo, affronta il secondo spettacolo di LITTA produzioni; il regista si propone, per il proprio adattamento, di “mantenere in vita” soltanto i personaggi principali, eletti a rappresentanti di ciascuna delle, altrimenti frammentate, tematiche affrontate nell’opera originale.

Le musiche scelte come filo conduttore di tutta la rappresentazione saranno principalmente di Max Richter,compositore e musicista britannico; queste stesse saranno interessante strumento per evidenziare, durante il districarsi delle vicende, le emozioni via via esperite dai personaggi.

Particolare attenzione verrà rivolta al tema dell’abbandono, ben descritto dall’accostamento di Čechov allo stesso Richter.ph5 valentina bianchi

Il Gabbiano quindi vi aspetta, dal 3 febbraio al 22 febbraio, presso Sala Teatro Litta con Antonio Syxty e gli interpreti Caterina Bajetta, Letizia Bravi, Gaetano Callegaro, Valentina Capone, Guglielmo Menconi, Livio Remuzzi, Antonio Rosti.

Teatro Litta
C.so Magenta 24, Milano

da martedì al sabato ore 20:30
domenica ore 16:30

biglietto:
intero €21
ridotto €11/15

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.