• Home
  • CINEMA
  • Essere genitori oggi: all’Apollo incontri fra cinema e psicanalisi

Essere genitori oggi: all’Apollo incontri fra cinema e psicanalisi

fuocoGiovedì 5 febbraio all’Apollo SpazioCinema si terrà il secondo appuntamento con la rassegna di cinema e psicoanalisi “Portare il fuoco – Essere genitori oggi”. L’incontro comincerà alle ore 19.30 con la proiezione di Mommy, ultimo film di Xavier Dolan premiato al Festival di Cannes.
 
Qual è il ruolo del genitore nella società moderna? Come ci si può rapportare a proprio figlio nella maniera corretta? Per cercare di rispondere a queste domande Jonas Milano e Gianburrasca, impegnati da anni nelle cliniche psicoanalitiche delle famiglie e dell’infanzia, hanno scelto di approfondire il problema della genitorialità, nelle sue vari sfaccettature, grazie al mezzo cinematografico. Il motto del ciclo di incontri è “portare il fuoco” – dalle parole del romanzo di Cormac McCarthy “The Road”, da cui è tratto l’omonimo film di John Hillcoat che ha aperto la rassegna lo scorso martedì 20 gennaio. Dopo la proiezione è seguito un dibattito molto interessante fra Andrea Bellavita (semiologo e critico cinematografico che interverrà a tutti gli incontri), Massimo Recalcati (celebre psicoanalista e fondatore di Jonas Onlus) e il pubblico, attore – e non semplice spettatore – di una costruttiva esperienza a metà fra visione cinematografica e seduta psicanalitica. Partendo da un’analisi del film si è arrivati a proporre una chiave di lettura interessante al problema genitoriale, attraverso la questione della dialettica fra le generazioni: nel contesto postapocalittico di The Road il padre si prende cura del figlio salvandogli la vita più volte, ma durante l’intero viaggio è il figlio a conferire un orizzonte di senso all’esistenza del padre. Questa dinamica, che coinvolge i protagonisti del film, non è forse la stessa che attraversa la nostra quotidianità di figli e genitori?
 
L’appuntamento di giovedì 5 febbraio, alle ore 19.30, prevede invece la proiezione di Mommy, diretto dal giovane Xavier Dolan e Premio della Giuria al Festival di Cannes 2014. Il film, che narra del complesso rapporto fra una madre e un figlio iperattivo, promette di offrire nuovi spunti di riflessione. Ad alimentare il dibattito saranno presenti i relatori Andrea Bellativa e Uberto Zuccardi Merli (psicoanalista di Jonas Milano e direttore scientifico di Gianburrasca).
 
Gli appuntamenti successivi si terranno giovedì 5 marzo con Quel che sapeva Maisie di Scott MacGehe e mercoledì 15 aprile con Hungry Hearts di Saverio Costanzo. Il ciclo di incontri si terrà presso la sala dell’Apollo SpazioCinema della Galleria De Cristoforis (San Babila). L’ingresso è di 8 euro a proiezione.
 
Per informazioni:
Jonas Milano
Tel. 02 55230804 - Cell. 335 6810510
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.