Good France a Milano per expo 2015

gout 1Per festeggiare l’imminente Expo 2015, ben 1.300 ristoranti di 150 paesi di tutto il mondo, giovedì 19 marzo, giorno della festa del papà, parteciperanno a Goût de France / Good France, promossa dallo chef Alain Ducasse con la collaborazione del ministero degli esteri francese.

Il progetto ha le sue radici nelle giornate di Epicuro, che erano state ideate da Auguste Escoffier, uno dei re della cucina francese, nel 1912, con lo scopo di promuovere nello stesso giorno, con lo stesso menù, il buon cibo di Oltralpe in tutto il mondo, dall’Italia fino all’Australia, passando per l’Asia e gli Stati Uniti.

Adesso è stato un gruppo selezionato di chef, con la guida dello stesso Ducasse, a decidere i ristoranti che, per un giorno, saranno i templi della cucina francese, e tra loro anche Nadia Santino, chef di Dal Pescatore, uno dei ristoranti più noti del Lago di Como, che la guida Michelin ha premiato con tre stelle negli ultimi anni.

Tutti i locali che parteciperanno all’evento dovranno usare, per la preparazione dei piatti, prodotti freschi di stagione, di origine locale, oltre a presentare cibi che devono contenere pochi grassi, meno zucchero e sale, con un ampio ricorso alle verdure.

In tutti i ristoranti che parteciperanno alla manifestazione, divisi nelle categorie Alta Cucina, Contemporaneo e Bistrot, sarà servito un antipasto tipico dalla tradizione culinaria francese, come il foie gras oppure i choux al formaggio, un piatto a base di pesce, uno di pollo o vitello, un formaggio unico oppure una selezione di formaggi e un dessert a base di cioccolato, il tutto accompagnato da vine e liquori francesi.

Per l’Italia ci saranno ben cento ristoranti che parteciperanno alla manifestazione, tra cui otto a Milano e diciannove a Roma, mentre il prezzo di ogni menu sarà a discrezione del locale, anche se almeno il 5% dell’incasso della serata andrà a un’associazione per la tutela della salute e dell’ambiente.

Sempre nella serata del 19 marzo, ben 150 ambasciate francesi in tutto il mondo organizzeranno una cena speciale per i loro ospiti, il tutto con lo scopo di interessare maggiormente il pubblico all’enogastronomia, che è, per il 60% dei turisti che viaggiano ogni anno in Francia, una delle principali motivazioni d’interesse. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.