Colazione in pigiama da McDonald’s

colazione pigiama

Stamattina, martedì 24 marzo 2015, abbiamo partecipato alla nuova iniziativa promozionale del gruppo McDonald’s, che ha offerto un mese di colazioni gratuite a chi si fosse presentato in pigiama nei suoi ristoranti fra le ore 7.30 e le 10.30.

McDonald’s è la più grande catena di ristoranti al mondo e non è nuova a campagne promozionali originali e accattivanti. Nel giorno di san Valentino per una coppia era possibile pagarsi patatine e hamburger con un bacio, un selfie o un abbraccio. Nel 2014 in occasione di un’astuta iniziativa per sensibilizzare i consumatori sull’importanza del riciclo era possibile ricevere cibo in cambio di lattine vuote. Questa volta la multinazionale ha voluto sfruttare il sogno (o l’incubo?) di uscire di casa in pigiama: a chi ha avuto il coraggio di aderire all’iniziativa sono state servite una bevanda calda, brioche o muffin, acqua e una tessera per approfittare gratuitamente della colazione (bevanda calda e brioche) anche nei ventiquattro giorni successivi, ossia dal 25 marzo al 17 aprile.

Per evitare situazioni imbarazzanti (e controproducenti a livello di marketing) l’azienda ha posto alcune regole da seguire: “tutto, o quasi, è consentito: pigiama, camicia da notte, tutona integrale… ma se dormi in calzoncini e maglietta, in mutande o con solo due gocce di Chanel, almeno per quel giorno fatti prestare un pigiama”. Era possibile indossare le scarpe, mentre giubbotti e vestaglie sono stati consentiti solo finché non si entra nel locale. Per gli impiegati che, dopo colazione, dovevano correre in ufficio è stato fornito persino un camerino dove cambiarsi al termine di una mattinata speciale.

L’iniziativa ha avuto parecchio successo, tanto che in vari punti vendita di Milano, dopo poche ore, erano già esaurite tessere e spille. Ragazzi di tutte le età si sono sbizzarriti con pigiami, costumi e persino peluche, postando le proprie immagini sui Social Network (nella foto il Furby Birbo Martinotta, che ha condiviso i suoi selfie su Facebook e Twitter). L’hashtag #imlovinit è stato uno dei più ritwittati della giornata. Nel ristorante di Piazza Duomo i clienti hanno potuto usufruire di un set fotografico allestito tra luci soffuse, flash e cuscinoni, con la zona ristorazione trasformata in un grande letto matrimoniale per dare libero sfogo alla propria creatività e al proprio ego. Erano presenti, in pigiama, anche i Dj di Radio 105 e famosi Youtubers come GODz Anima, The Crookids, Surreal Powers, Giulia Watson e altri.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.