• Home
  • CRONACA
  • Nuova tassa sui viaggiatori nell'uovo di Pasqua

Nuova tassa sui viaggiatori nell'uovo di Pasqua

tassa viaggi pasquaFra pochi giorni è Pasqua ed il magnifico ponte che tutti noi attendiamo per rilassarci e concederci una gita fuori porta o un breve viaggio finalmente è quasi realtà.

Come vuole la tradizione, non è Pasqua senza il classico uovo di cioccolato con sorpresa ma quello che non è affatto gradito è scoprire che chi deciderà di viaggiare su aerei o navi in partenza dalle grandi città dovrà pagare un’imposta aggiuntiva!!

Sgradita sorpresa per i viaggiatori! Il balzello non dovrebbe superare i due euro a passeggero, ma in questo paese dove si paga pure l'aria che respiriamo, quella che era solo una proposta dell'Anci (Associazione nazionale comuni italiani) si è materializzata con il consenso dei 10 sindaci delle città metropolitane ed è ora al vaglio del Governo che dovrebbe approvarla proprio prima di Pasqua.

Viaggiare diventa quindi più caro e dopo la tassa di soggiorno introdotta anni indietro da alcune città e comuni italiani, non si sentiva proprio il bisogno di un ulteriore balzello che a detta dei Sindaci metropolitani dovrebbe servire proprio a finanziare le città metropolitane alla luce del debito ereditato dalle Provincie. Insomma, il classico caso di malgoverno e del conseguente malcostume italico di non trovare altre soluzioni che mettere le mani nelle tasche dei cittadini.

L’imposta sarà riscossa direttamente all’atto dell’imbarco sugli aeromobili a cura dei gestori dei servizi aeroportuali mentre per le navi si configurerebbe come un’imposta di sbarco riscossa dalle compagnie di navigazione. Sono previste esenzioni per residenti e lavoratori pendolari.

La nuova tassa sui viaggiatori colpirà quindi  Roma, Napoli, Milano, Torino, Bari, Firenze, Bologna, Genova, Venezia e Reggio Calabria; l’addizionale aeroportuale e l’imposta di sbarco saranno applicate negli aeroporti e nei porti di Cagliari, Messina, Palermo e Catania.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.