• Home
  • EVENTI
  • Gallerie d’Italia omaggia Mario Schifano

Gallerie d’Italia omaggia Mario Schifano

Immaginare la grandezza di un artista di personalità irriverente ed eccentrica che, a Piazza del Popolo a Roma, sorseggiava caffè e parlava di arte con Tano Festa e Franco Angeli, artisti coi quali strinse una grande amicizia, non è difficile.

Pittore, regista e mondano, Mario Schifano si approccia all’arte quasi accidentalmente: lascia la scuola e comincia a lavorare col padre, restauratore ed archeologo, esponendo per la prima volta nel 1959.

Nei primi anni Sessanta volò a New York, città allora in preda al delirio “Pop” della Factory di Andy Warhol che, prima ancora che artista, fu vero e proprio personaggio pubblico e che Schifano conobbe e frequentò nelle serate newyorkesi.

A una distanza storica di quasi vent’anni dalla morte dell’artista, Gallerie d’Italia propone un duplice appuntamento con la storica dell'arte e curatrice Francesca Pola che omaggerà l’artista italiano proponendo una conversazione con i visitatori, partendo dal “Paesaggio Anemico” 1965 e dal “Futurismo Rivisitato” 1966, passando per la visione di alcuni cortometraggi realizzati dall’artista per poi continuare negli spazi del caveau, dove sono ospitate opere che normalmente non sono esposte e visibili dal pubblico. Sarà occasione più unica che rara, quella di poter osservare l’arte e poter capire il pensiero di un artista – che fu artista informale ma anche pop e a tratti impressionista nei suoi paesaggi – essendo guidati dalle parole e dal pensiero di un’esperta.

La visita – o, per meglio dire, la conversazione – verrà inaugurata il pomeriggio di sabato 11 aprile e si ripeterà il 18 aprile presso Gallerie d’Italia, in Piazza della Scala. L’incontro durerà trenta minuti per ogni gruppo, composto da sole 20 persone - ecco perché occorre prenotarsi.

Focus della conversazione sarà la visione artistica di Schifano negli anni Sessanta; un periodo in cui l’artista si avvicinò a generi come quelli del paesaggio e rappresentò una vera icona italiana ma non solo: fu vera esplosione di energia nella tela e nella vita.  
 
Informazioni utili
Gallerie d’Italia, Piazza della Scala 6, Milano.
Biglietto: 5 euro a persona.
Prenotazione obbligatoria e da effettuarsi telefonando al numero verde 800167619 o scrivendo a info@gallerieditalia.com – prenotazioni aperte fino al raggiungimento di massimo 20 persone ogni mezz’ora.
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.