• Home
  • EVENTI
  • Energy For Creativity: la mostra del Fuori Salone all'Università Statale

Energy For Creativity: la mostra del Fuori Salone all'Università Statale

statale2015
Lunedì 13 aprile, nell'Aula Magna dell'Univesità degli Studi di via Festa del Perdono si è tenuta la conferenza stampa sull'apertura della mostra Energy For Creativity.
 
La mostra sponsorizzata dalla rivista di design Interni, si snoda tra l'Università degli Studi, l'Orto Botanico in Brera e l'Audi city Lab sito in via Monte Napoleone. Philippe Daverio, moderatore della conferenza stampa ha condiviso il palco con numerosi nomi del design italiano ed internazionale che hanno spiegato i loro lavori e le loro installazioni. Tra i tanti nomi che tramite le loro installazioni hanno contribuito a rendere i cortili e gli spazi vuoti dell'Università spazi espositivi di un design all'avanguardia, due architetti di fama internazionale come Philippe Starck e Daniel Liebeskind.
 
L'installazione di Philippe Starck è we love we care, dicasi un allegro furgoncino a triciclo disegnato dallo stesso Starck dove si può godere di una bevanda rinfrescante ideata dall'architetto; si regala così al visitatore un'esperienza di gusto oltre che di vista e si sottolinea la mission di qualsiasi designer, ovvero offrire un servizio e rendere migliore la quotidianità.
 
Daniel Liebeskind invece con la collaborazione di Oikos ha creato Future Flowers nel cortile della Farmacia. Nel loggiato a primo Piano, sono presenti le intallazioni di un gruppo di designer cinesi curate da Dongjiang che hanno come leitmotiv il rapporto tra stato d'animo ed oggetto mentre nei portici vi è Energia Brasileira, oltre 60 opere di giovani designer brasiliani. 
 
Un tunnel di 10 metri di anelli circolari tagliati nella pietra è una delle opere presenti nel cortile d'onore; ad una delle estremità la riproduzione in marmo dell'uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci. Proprio questa settimana inizierà la mostra a Palazzo Reale su Da vinci che oltre ad essere stato un grande artista è stato anche un grande inventore, ed in un certo senso il tema delle installazioni dell'Università Statale 2015 si rifanno a lui. A dream for tomorrow: looking the past to invent the future è un slogan che vuol fare intendere che è solo guardando indietro che si può andare avanti nel migliore dei modi, perchè il futuro è indelebilmente legato al passato e da ciò che si ha e ciò che si sa si può modellare quel che sarà.
 
La mostra e le installazioni nell'Università Statale resteranno fino al 24 maggio e saranno visitabili giornalmente dalle ore 10 alle ore 24 la prima settimana e fino alle ore 22 le settimane successive.
 

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.