Expo 2015: A Taste of Vine

vine expo 1Tra i molti padiglioni che spiccano nell’area diExpo 2015, presso lo Spazio Fiera di Rho, sicuramente uno dei più curiosi e originali è A Taste of Vine, sulla storia del vino e sulla sua diffusione in Italia dai tempi dei Romani fino ai nostri giorni.

E’ la prima volta che in un’Esposizione Universale uno dei padiglioni principali è dedicato al vino in ogni sua sfumatura, con lo scopo ben preciso di far conoscere e apprezzare anche all’estero l’Italia del vino, che ha ben 500 vitigni e una storia dal Rinascimento fino a oggi lunghissima e ricca di eventi, con in primo piano l’Oltrepò Pavese e le colline delle Langhe piemontesi.

Progettato da Italo Rota, A Taste of Vine è un viaggio affascinante tra passato e presente, dove un ruolo importante lo giocano i cinque sensi, grazie anche a numerose esperienze tattili.

Dopo essere entrati nel padiglione, si accede alla prima sala, dallo stile greco – romano, ispirata alla Domus Aurea di Nerone, in cui la storia del vino viene narrata tramite filmati e con la rappresentazione metaforica, dalla vendemmia alla pigiatura, di due statue che raffigurano una mano e un piede, oltre a suggestive immagini dei vitigni italiani, che coprono la penisola da Nord a Sud, baciati dal sole oppure coperti dalla neve.

vine expo 2Nella seconda sezione del percorso ci sono sedici anfore di cristallo, appoggiate su di una superficie marmorea, che contengono tutte le varianti del vino italiano, dal bianco carta fino al rosso violaceo. Inoltre in una nicchia sono esposti alcuni recipienti utilizzati durante le varie epoche per bere il vino, dagli antichi Romani fino a quelli raffinatissimi del Settecento.

Dopo una galleria sugli aromi del vino, si arriva a una sala imperniata a presentare su come il vino sia stato raccontato nel mondo del cinema italiano, il tutto attorno ad una grande vasca di marmo che, con particolari effetti di luce, sembra essere piena di vino, mentre nell’ultimo settore si ha l’illusione di partecipare a una grande festa e di sentire il cincin dei bicchieri di vino.

Al piano superiore abbiamo la Biblioteca del Vino, con testi sul vino nella letteratura di tutto il mondo e con una serie di assaggi d’autore, mentre in terrazza si terranno fino alla fine dell’Expo incontri e tavole rotonde sul vino nel mondo d’oggi, oltre ad un’area relax per tutta la famiglia.

Paola

Leggi anche:

Expo Milano 2015. Il MiBACT regala 17 Gioielli Italiani

La Festa della Filosofia 2015: dialogando con Expo

Expo 2015 cosa mangiare al giusto prezzo?

Expo nel segno dei cluster

Expo 2015: ecco i cibi più strani

iNonno: le voci degli anziani raccontano la storia di Milano

Expo2015. Trasporti pubblici attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7

24 ORE Cultura e Electa per Expo Milano 2015

Copyright © 2006 - 2020 MilanoFree.it, testata registrata Trib. Milano n. 367 del 19/11/2014  IT11086080964 MILANO TORINO PAVIA RIMINI