Milano_Parma_A/R

Milano_Parma_A/R

Fino al 4 aprile, presso la Torrefazione Gallo in piazzale San Bartolomeo a...

E Sciascia che dice?

E Sciascia che dice?

Dal 7 febbraio al 12 aprile il Castello Sforzesco di Milano propone, presso la...

Ricorrenze e festività tradizionali lombarde: gennaio, febbraio, marzo

Ricorrenze e festività tradizionali lombarde: gennaio, febbraio, marzo

Milano e la Lombardia è un territorio da sempre ricco di ricorrenze, feste...

Sfera e Basta è proprio giunto il momento di dire BASTA!

Sfera e Basta è proprio giunto il momento di dire BASTA!

Trapper noto tra i giovani, vincitore di disco d'oro e di platino, poco tempo...

La storia della Befana

La storia della Befana

A essere sincero me lo aspettavo. Cosa? Che anche la Befana, dopo Santa...

Bagno di sale a casa: i benefici

Bagno di sale a casa: i benefici

Il sale, che tutti dovremmo smettere di utilizzare così abbondantemente in...

Tino Scotti: da attaccante dell'Inter al mondo dello spettacolo

Tino Scotti: da attaccante dell'Inter al mondo dello spettacolo

In questo articolo vi voglio parlare di un personaggio milanese che ha fatto...

Cosa fare questo weekend a Milano? 15-17 marzo 2019

Cosa fare questo weekend a Milano? 15-17 marzo 2019

Come sempre MilanoFree.it offre i suoi consigli sui...

Via della Seta: Opportunità o cappio per l'Italia?

Via della Seta: Opportunità o cappio per l'Italia?

Via della Seta. Sembra il titolo di un libro, magari di qualche anno fa. In...

Expo con bambini: consigli

foody expoExpo 2015  può diventare un’esperienza indimenticabile anche per i bambini, se vissuta coi loro ritmi e qualche accorgimento.

Per prima cosa, soprattutto nel periodo estivo, sono assolutamente indispensabili cappellini e tanta acqua.

Sull’acqua e le bevande in genere  è necessario fare una precisazione: all'ingresso ci sono controlli di sicurezza simili a quelli dell'aeroporto. Sono vietate lattine e bottiglie di vetro, mentre sono concesse  bevande confezionate come succhi di frutta o latte in brick. Per l’acqua, visto che una bottiglietta da mezzo litro può arrivare a costare anche 3€, il consiglio è quello di portare da casa una borraccia e riempirla alle casette dell’acqua sparse nel sito. Le casette sono 32 in totale e la prima è proprio alle spalle del Padiglione Zero per chi arriva dall’ingresso ovest.

Non sarà solo l’acqua ad alleggerire il portafogli di mamma e papà, ma tutti i prodotti alimentari: una piadina può costare 8€, si possono spendere 13€ per un piatto di pasta (da mangiare in piedi) e 5 per una coca cola….
Insomma: sarà anche  il più grande evento mai realizzato sul tema dell’alimentazione e della nutrizione, ma direi che il pranzo al sacco può salvarvi la vita (o almeno il salvadanaio).  Nella Cascina Triulza troverete la Baby-area e una zona pic-nic, mentre lungo il cardo e il decumano ci sono diversi tavoli abbastanza ombreggiati, anche questi dedicati al ristoro. Se invece pensate comunque di comprare qualcosa lì due sono le alternative per non spendere un patrimonio: il supermercato Coop, con prezzi onesti (3.50€ per un panino crudo e mozzarella) o l'intramontabile MCDonald.

Altra cosa da sapere è che nei pressi dell'ingresso si trova una «Welcome area» per dare accoglienza alle famiglie in cui verrà consegnato un «welcome kit» contenente una mappa cartacea e digitale dei servizi family friendly del sito espositivo, e qualche prodotto che non guasta mai come le salviettine detergenti. Ci sono inoltre dei passeggini di cortesia a disposizione gratuita e sono presenti 14 Aree Nursery con tutto il necessario per l’allattamento e il cambio pannolino. Valutate il passeggino anche se vostro figlio non lo usa ormai da tempo.... se non altro perchè le famiglie con passeggino saltano le code d'ingresso ai padiglioni!!!!

La preparazione di mamma e papà deve essere anche psicologica, perché Expo è una grande meraviglia tentatrice per i bambini, e sarà necessario saper dire di no ai nostri bambini perché  dieci euro per una confezione di pennarelli, un portachiavi o una barretta di cioccolato non sono proprio accessibili.

Se siamo attrezzati e preparati psicologicamente possiamo dunque iniziare la nostra visita….

I padiglioni ricchi di attrattive per i più piccoli sono Kuwait, Brasile, Austria, Marocco, Kazakistan, Corea, Svizzera, Malaysia e Qatar, ma bisogna dire che per le famiglie con bambini sarà molto difficile poter esplorare più di due o tre padiglioni in una visita, nel caso di bimbi di età prescolare, poi, è difficile fare (e rispettare) un programma ben definito. Ci si può provare facendo un mini elenco delle cose da non perdere ma poi, si sa, ci ritroveremo comunque ad farci guidare dalla loro curiosità e dal loro entusiasmo….
Non male l'idea di organizzare più visite serali, il biglietto d'ingresso dalle 19 costa solo 5€ e lo spettacolo dell'albero della vita al buio è molto più affascinante.

Ecco quindi quello a cui non si può rinunciare:

-      - Padiglione Zero: grandioso nel suo aspetto, questo padiglione raccoglie tutto il senso di Expo e sa catturare i bambini con il suo zoo creato con sculture in scala uno a uno.childrens park expo

-     -  Children Park: l'area per i bambini si trova a metà del decumano, vicino ai canali d'acqua (belli ma… ricettacolo di zanzare!!!). Nel Children Park ci sono otto aree gioco e molti laboratori adatti a bambini dai 3 anni in su, installazioni multimediali sul tema «Leonardo Expo» per spiegare i temi dell'esposizione e diversi  giochi liberi.

-      - Parata di Foody: ogni giorno, alle 11.30 e alle 16, la mascotte di Expo e i suoi  amici fa una breve parata a suon di musica lungo il decumano.

-      -  Albero della Vita: proprio davanti al Padiglione Italia sa rapire grandi e piccoli con i giochi di luce e la musica. Nei pressi anche la Lake Arena con ampio spazio per giocare.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.