Bagno di sale a casa: i benefici

Bagno di sale a casa: i benefici

Il sale, che tutti dovremmo smettere di utilizzare così abbondantemente in...

Tino Scotti: da attaccante dell'Inter al mondo dello spettacolo

Tino Scotti: da attaccante dell'Inter al mondo dello spettacolo

In questo articolo vi voglio parlare di un personaggio milanese che ha fatto...

Cosa fare questo weekend a Milano? 15-17 marzo 2019

Cosa fare questo weekend a Milano? 15-17 marzo 2019

Come sempre MilanoFree.it offre i suoi consigli sui...

Via della Seta: Opportunità o cappio per l'Italia?

Via della Seta: Opportunità o cappio per l'Italia?

Via della Seta. Sembra il titolo di un libro, magari di qualche anno fa. In...

Nel Derby un brutto Milan perde faccia e terzo posto

Nel Derby un brutto Milan perde faccia e terzo posto

Nel derby di domenica 17 marzo il Milan esce con le ossa rotte e ancora una...

Il cabaret del milanese imbruttito. Intervista a Germano Lanzoni

Il cabaret del milanese imbruttito. Intervista a Germano Lanzoni

È con grande curiosità e interesse che abbiamo assistito allo spettacolo di...

A Settimo Milanese

A Settimo Milanese "Dialogo tra le culture"

Per il terzo anno a Settimo Milanese dal 16 al 24 marzo torna Dialogo tra le...

Milano Book Pride 2019

Milano Book Pride 2019

Da venerdì 15 a domenica 17 marzo, per la prima volta alla Fabbrica del...

I sei personaggi in cerca d'autore in scena al Fontana

I sei personaggi in cerca d'autore in scena al Fontana

  Abbiamo visionato per voi, cari lettori, i Sei personaggi in cerca...

Expo 2015: lo strano mondo dei gelati

gelato expo 1In un’estate dal clima decisamente bizzoso, i padiglioni di Expo 2015 dedicano un ampio spazio al mondo del gelato, con anche nuovi e originali gusti tutti da assaporare.

Il viaggio nel mondo del gelato secondo Expo inizia nella zona che si trova alle spalle del Padiglione Zero, dove, nel secondo chiostro di legno chiaro, è offerto il gelato al panettone ideato dallo chef stellato Davide Oldani, mentre dopo aver superato lo stand della Perugina, che per tre euro propone il semifreddo al Bacio, si arriva al padiglione, di oltre 120 metri quadrati, della Pernigotti, dietro al cluster del cacao, che offre una passeggiata nelle migliori ricette dei 150 anni della sua storia, dai cioccolatini fino al gelato.

Subito dopo si arriva al padiglione della gelateria Grom, presso un giardino di 250 metri quadrati e dietro al cluster di frutta e legumi, in cui c’è un laboratorio che diventa anche un’aula per lezioni sulla storia del gelato, e dove si possono degustare la crema di Grom e quelle con le bacche di vaniglia del Madagascar.

Presso il padiglione della Colombia il gelato più estivo della manifestazione, al gusto di mango, Iulo, maracuja e mora, che costa 4,50 euro per coppetta, mentre in quello dell’Iran sarà servito, per la bellezza di 817 dollari, il più costoso gelato del mondo, Black Diamond, con tartufo italiano, zafferano iraniano e scaglie d’oro commestibili, il tutto dentro una coppa di porcellana di Versace. 

Ma non ci sono solo questi padiglioni a proporre nuovi gusti di gelato, ad esempio per fine maggio, durante la Festa del Latte, nel padiglione della Bielorussia è stato preparato quello a base di panna acida, che si unisce a quello alla vodka e crema. Tra cardo e decumano ci sono i carretti di Glom, mentre accanto al Padiglione Italia troviamo il banco di Antonio Morgese, il creatore della gelateria Rigoletto, che vende ai bimbi coni e coppette al prezzo di 2 euro l’una, oltre ad aver lanciato per la Festa della Repubblica una bruschetta tricolore, con gelato ai pomodorini, al lardo di Colonnata e al pesto, mentre un successo inatteso è stato il suo gelato al gorgonzola di Abbiategrasso con zenzero.

gelato expo 2

E mentre lo chef stellato Massimo Bottura ha presentato per l’inaugurazione del Refettorio Ambrosiano un gelato di meloni e banane, provenienti dagli avanzi di Expo, dal 3 al 13 settembre ci saranno le serate di degustazione legate al Gelato Festival 2015, oltre alla presentazione di un nuovo sorbetto, che riprenderà i colori del logo Expo.

Questa è la storia della nascita del sorbetto nel sito Expo “L’invenzione del gelato è attribuita al poliedrico artista fiorentino Bernardo Buontalenti (1536 - 1608) che nel Rinascimento alla Corte de’ Medici servì la prima crema fredda a base di latte, miele e tuorlo d’uovo. E’ da Milano, però, che arrivò in Italia una delle più golose innovazioni nella storia del gelato: nel 1906 nei caffè della città meneghina si cominciarono a consumare le “parigine”, prime antenate dei coni gelato”.

E l’ideatore delle parigine era Giovanni Torre, che dopo un viaggio a Parigi “inventò queste prime cialde, dando così vita al commercio ambulante del dolce freddo che da Milano conquistò il mondo”.

 

Leggi anche:

La Festa della Filosofia 2015: dialogando con Expo

Expo 2015 cosa mangiare al giusto prezzo?

Expo 2015: ecco i cibi più strani

Expo2015. Trasporti pubblici attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.