Raduno della Lega a Pontida 2015

pontida 2015

Domenica 21 giugno 2015, si terrà il 29° raduno della Lega Nord a Pontida (BG).

Da quattro anni, il partito di Umberto Bossi, rinvigorito e capeggiato da Matteo Salvini, è presente anche uno slogan che accompagna l’evento: quest’anno sarà “Siamo qui per vincere”.

Pontida è il luogo che, secondo la storiografia del XVI secolo, ha visto il solenne giuramento dei liberi comuni della Lega Lombarda contro l’imperialismo di Federico I Barbarossa, il 7 aprile del 1167. La Lega Lombarda, forte della successiva alleanza della Lega Veneta (la Lega Nord deve il proprio nome a queste due entità politiche del medioevo che combatterono per la propria autonomia, per circa un secolo, contro gli imperatori germanici). Sul prato scelto per il raduno viene intonato il “Va, pensiero” di Giuseppe Verdi.

Senza distinzioni geografiche o campanilistiche, come in passato era stato detto dagli oppositori del partito, questa frase è indice della voglia di rivincita e di dimostrazione del proprio peso politico.

Matteo Salvini è diventato un leader (chiamato più spesso comandante dai sostenitori e dai militanti leghisti e salviniani) promotore di campagne che hanno riscosso un vastissimo eco: dalla raccolta firme per abolire la “criminale” legge Fornero alla raccolta firme (tuttora in corso e che si chiuderà il 31 luglio) a favore delle case chiuse e dell’abolizione delle legge Merlin. Non bisogna dimenticare la campagna mediatica “Basta Euro” all’insegna della ribellione contro la moneta che ha messo in ginocchio i paesi europei del Mediterraneo. Altre battaglie, giuste secondo moltissime persone di tutti gli schieramenti, sono la proposta di legge sulla castrazione chimica per pedofili e stupratori, l’abolizione con preavviso di sei mesi dei campi nomadi visti come degrado sociale sia per chi vi abita sia per chi risiede vicino e, ultimo ma non meno importante è il tema dello stop all’invasione di immigrati irregolari che giungono ogni giorno clandestinamente sul suolo italiano senza che nulla si faccia per risolvere la questione alla radice del problema.

Dott. Stefano Todisco

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.