Prevenzione maschile, progetto SAM

urologiaPoca prevenzione negli uomini, che difficilmente effettuano visite di controllo, quali esami ematici o visite specialistiche annuali come avviene per le donne. Gli uomini, si sà, effettuano le visite soltanto nel momento in cui insorgono i sintomi, come dolori, problemi funzionali o disturbi quasi sempre in fase avanzata.

Una visita di controllo dall'urologo può evitare malattie come varicocele, patologie sessualmente trasmesse, prostatiti, tumori urogenitali, che possono essere efficacemente prevenute e affrontate con successo quanto più la diagnosi è precoce.

“Sappiamo che in Italia meno del 5% dei ragazzi sotto i 20 anni ha fatto una visita dall’urologo, mentre più del 40% delle loro coetanee è stata almeno una volta dal ginecologo. Le donne per prime hanno capito che scoprire una malattia in fase precoce può fare la differenza – dice il prof. Umberto Veronesi.umberto veronesi

Questi sono dati che hanno fatto riflette e non a caso nei giorni scorsi è stato presentato a Milano SAM il primo progetto di Fondazione Veronesi per “la salute al maschile” promosso in collaborazione con gli urologi italiani.

La campagna di prevenzione ha lo scopo di sensibilizzare ed infondere la cultura della prevenzione  anche per gli uomini. Verranno organizzati numerosi incontri nelle universita, nelle scuole, nei centri della terza età con la diffusione di opuscoli informativi e con la collaborazioni di personaggi dello sport e dello spettacolo. A novembre verrà organizzata con la collaborazione delle società scientifiche AURO e SIURO una giornata di porte aperte degli ambulatori di urologia di tutta italia.

I fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare la ricerca per i principali tumori urogenitali.

Dott.ssa Ferraro Maria Giuseppina
Studio di Dietetica e nutrizione umana

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.