Don't Shoot the Painter

Alla Galleria d'Arte Moderna di Milano in via Palestro 16, a partire dal 17/6/15 fino al 04/10/15 si tiene la mostra Dont' Shoot the Painter, dipinti dalla UBS Art Colletion un omaggio alla pittura contemporanea curata da Francesco Bonami.

don t shoot the painter 2Questa mostra è un omaggio alla pittura contemporanea ad aprire la mostra nella sala 1 è presente una fotografia la celebre National Gallery 1 di Thomas Struth. Il concetto di fotografia sta alla base di questa spettacolare esposizione, infatti sono state fotografate tutte le sale della Gam e le fotografie sono state usate come pareti espositive, perchè vogliono mettere in relazione lo spazio museale, reale e fotografato con lo spazio dell'opera d'arte, assumono una nuova simbologia e creano un dialogo senza tempo tra arte, spazio e spettatore.

Nelle sale 2 e 3 le opere si concentrano sulla natura, il paesaggio è protagonista di queste opere. La natura è intesa qui nel suo significato più ampio che non esclude la presenza dell'uomo o delle sue tracce architettoniche o sociali che siano. Il paesaggio è il punto di partenza per una riflessione sulla condizione umana, infatti gli artisti creano sul loro supporto dei paesaggi urbani,scenari naturali e gli interni dei palazzi per trasmettere le loro emozioni,paure,sogni o la loro visione della realtà.

Nella sala 4 vengono raccolti i quadri che raffigurano i ritratti, concepiti come la rappresentazione della figura umana secondo la sua fisionomia. I quadri presenti in questa stanza sono diversi per stile e tecnica ma hanno in comune la volontà di ciascun artista di rappresentare e comunicare un messaggio attraverso la riproduzione più o meno fedele del volto dell'artista o di altre persone. Ci sono ritratti più tradizionali come quelli di Holly Coulis,Lesley Vance o capolavori come quello di Jean-Michel Basquiat. Il richiamo al ritratto classico è centrale nelle opere di Hiroshi Sugimoto.

Nella stanza 5 ci sono tutti i quadri degli artisti che hanno in comune il figurativismo e rappresentazione della figura umana che in modi diversi hanno fatto di questo tema il centro delle loro opere d'arte.Un quadro davvero particolare è quello di Sandro Chia che tornato alla figurazione e alla pittura tradizionale in opposizione allo stile minimalista e concettuale, ha rappresentato tre figure su una zattera racchiuse in una piramide pervarsa da un'atmosfera infausta. Alcuni artisti come Michel Graig-Martin non raffigurano le figure umane ma la richiamano attraverso degli oggetti di uso quotidiano, nella sua opera troviamo abiti e scarpe, cuffie per ascoltare la musica e un armadio con dei vestiti.

Nella sale 6 e 7 troviamo come protagonista il colore che ha un forte significato sensoriale, è un stimolo mentale che scuote i sentimenti più reconditi e parallelamente ha una forte valenza fisica e spaziale. Gli artisti che sono presenti in queste stanze provengono da generazioni e correnti artistiche diverse ma accomunati dall'importanza che assume il colore nelle loro opere. Sono state accostate delle opere di autori diversi per stile, infatti sono presenti opere di grandi artisti come il minimalista Brice Marden, Max Bill pittore, architetto,fotografo e scultore legato all' astrattismo concreto, Gunther Forg, con un esempio dei suoi celebri Lead Paintings.

Questa mostra è davvero interessante e particolare da andare assolutamente a vedere, perchè racchiude tutti i migliori artisti contemporanei che sono presenti sulla scena artistica internazionale. La si può ammirare fino al 4 ottobre alla Galleria d'arte moderna con ingresso gratuito.

Silvia

GAM Galleria d'Arte Moderna
via Palestro, 16 Milano
Orari di apertura
Martedì-Domenica 9.00 - 19.30
Giovedì 9.00 - 22.30
Ultimo accesso 30 minuti prima della chiusura
Ingresso gratuito

Leggi anche:

Cagnaccio e Ferroni a confronto al Diocesano

L'Hangar, museo a cielo aperto con una mostra di Street Art

Il Palazzo di Giustizia di Milano mostra i suoi tesori artistici

La moda diventa Arte a Palazzo Morando

Una mostra straordinaria nei depositi del Mudec

Baruchello in mostra alla Galleria Milano

Il costume della prima di Turandot in mostra a Palazzo Reale di Milano

Arti e cibo in mostra alla Triennale

Mondi a Milano. Culture ed esposizioni 1874‐1940 al Mudec

A Palazzo Reale di Milano gli arazzi di Pontormo e Bronzino

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.