Milano diventa Rosa

Milano diventa Rosa

Milano si tinge di rosa e celebra i 70 anni della Lega italiana per la lotta...

I -Days 2018: quattro giorni di rock a Milano

I -Days 2018: quattro giorni di rock a Milano

Dal 21 al 24 giugno presso Experience Milano, nell'ex area Expo, approdano gli...

Jazz in Cascina 2018

Jazz in Cascina 2018

Il mercoledì, per la programmazione estiva 2018 di Dopo andiamo al...

Echi dall’antichità. Carl Burckhardt in mostra al Museo Vincenzo Vela

Echi dall’antichità. Carl Burckhardt in mostra al Museo Vincenzo Vela

Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto presenta fino al 28 ottobre 2018 una ricca...

I tarocchi del Mantegna alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

I tarocchi del Mantegna alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana

Fino al 1 luglio 2018, la Pinacoteca Ambrosiana presenta i “Tarocchi del...

Modigliani Art Experience

Modigliani Art Experience

Il Mudec Culture di Milano dal 20 giugno proporrà la Modigliani Art...

Italianissima al Museo di Salò

Italianissima al Museo di Salò

Fino al 9 dicembre, presso il Museo di Salò, piccola e suggestiva...

YogaFestival: edizione 2018

YogaFestival: edizione 2018

Il 21 giugno si celebra la Giornata internazionale dello Yoga e anche Milano...

Estate Sforzesca 2018

Estate Sforzesca 2018

Con 74 spettacoli, di cui 24 a ingresso gratuito: fino al 26...

Andrea Besuschio a Expo 2015

andrea abbiategrasso“Mi piacerebbe lasciare qualcosa. Ancora mi commuovo e m’inorgoglisco quando qualcuno entra in pasticceria e mi parla di mio padre e mio zio. Loro hanno lasciato il segno. Il mio sogno è riuscire a fare altrettanto” cosi dice Andrea Besuschio, pasticciere di Abbiategrasso, che gestisce l’omonimo locale nel centro storico della città, fondato alla fine dell’Ottocento dal suo bisnonno e diventato non solo uno dei posti più noti della città, ma anche una stimata azienda dolciaria, dopo la sua partecipazione nel cluster dell’Italia di Expo 2015.

E, infatti, il viaggio a Expo 2015 per Andrea è stato davvero unico, come racconta lui stesso: “Ho avuto il piacere di presentare a 200 chef due prodotti nuovi, che saranno lanciati sul mercato europeo probabilmente nel mese di settembre, ma che io ho avuto l’opportunità di far provare in anteprima ai commercianti presenti nel chiostro dell’Annunciata lo scorso sabato, in occasione della cena promossa a favore del Nepal. Si tratta di due coperture di cioccolato, il primo al 52 % fondente, cru proveniente dal Brasile aromatizzato con polpa di frutto della passione, il secondo proveniente invece da una piantagione del Venezuela, 62 % fondente con note aromatiche agli agrumi.  Prodotti eccezionali, nati da un’intuizione di Valrhona, una delle aziende di cioccolato che maggiormente fa ricerca e che ha il merito di aver imposto il concetto di cru, in altre parole un cacao che proviene da una sola piantagione. Il risultato ottenuto grazie ad una doppia fermentazione è davvero eccezionale.  Un risultato, ottenuto dopo anni di studi e sperimentazioni, che resterà senza dubbio nella storia del cioccolato. L’azienda Vairhona, che da sempre è alla ricerca dell’eccellenza, ha il merito di aver introdotto una novità concreta, frutto di studi, di ricerche e impegno. Entrambi i prodotti sono infatti straordinari”.

Due prodotti che il giovane Besuschio ha portato, dopo la cena per il Nepal, a Milano nel cuore di Expo “Ho avuto la possibilità di conoscerli e studiarli a mia volta 15 giorni prima della presentazione in Expo. Dopo aver spiegato le caratteristiche del prodotto, ho anche mostrato e fatto assaggiare una mia interpretazione. Un’esperienza senza dubbio positiva”.

E adesso Andrea tornerà all’Esposizione Universale in futuro? “Non ci sono appuntamenti prossimi. Questi mesi estivi sono soprattutto dedicati ai turisti, mentre è probabile che nelle ultime settimane si organizzeranno eventi con professionisti”.

Molto però sono gli impegni di Andrea e della sua pasticceria“Sono stato coinvolto in un progetto molto bello con Carlo Cracco e ad altri chef. Un incontro tra arte e cibo in piazza Gae Aulenti a Milano, con imponenti sculture in polistirolo realizzate da un’artista parigina e il nostro contributo sul tema del food che ne farà qualcosa d’innovativo e senza dubbio spettacolare”.

Paola

Leggi anche:

Expo 2015 per i più piccoli

Expo 2015: cosa ci piace

Mangiare la pizza ad Expo?

Expo 2015: La valle dei cereali

Expo Milano 2015. Il MiBACT regala 17 Gioielli Italiani

Expo 2015: A Taste of Vine

Expo 2015 cosa mangiare al giusto prezzo?

Expo nel segno dei cluster

Expo 2015: ecco i cibi più strani

Expo2015. Trasporti pubblici attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.