Processo amianto a Milano

pirelli sarcaA distanza di più di 30 anni è stata emessa la sentenza di primo grado per il caso che vede coinvolti 11 ex dirigenti Pirelli in relazione a 24 casi di operai morti per forme tumorali riconducibili all’esposizione all’amianto. Le vittime lavoravano negli stabilimenti di viale Sarca e via Ripamonti a Milano.

Le condanne a vario titolo per gli 11 imputati vanno da lesioni gravissime a omicidio colposo, per fatti avvenuti quando ricoprivano ruoli dirigenziali all’interno della società tra gli anni ‘70 e ‘80. Le pene variano da un massimo di 7 anni e 8 mesi, come quella inflitta a Luciano Isola, consigliere d’amministrazione dal 1980 al 1986, mentre la più bassa di 3 anni è stata inflitta a 3 ex componenti del cdm nello stesso periodo. Tra i condannati anche Guido Veronesi, fratello dell’oncologo ed ex ministro Umberto Veronesi.

Il tribunale della VI sezione penale ha quindi accolto la ricostruzione effettuata dal Pm Maurizio Ascione, secondo cui esposizioni “massicce e ripetute” alla sostanza tossica hanno portato La società Pirelli Tyre spa è stata condannata a pagare una provvisionale complessiva di 520mila euro, esclusi i risarcimenti dei danni da valutare in sede civile. alla malattia e in seguito alla morte i 24 operai dell’azienda.

Al termine della lettura della sentenza, i parenti delle vittime hanno esultato in aula: “Abbiamo dimostrato che uniti si vince, questa volta siamo riusciti a far condannare il padrone”.

Diametralmente opposto il commento dei legali degli ex manager, che, sicuri della correttezza dell’operato dei loro assistiti presenteranno ricorso in appello. È uno di quei casi in cui si rinnova la fiducia in una giustizia, che, nel corso del tempo si è dimostrata spesso lenta e farraginosa, in modo particolare in casi analoghi. Basti pensare al tristemente noto caso Eternit, in cui la prescrizione per il reato ha non solo prosciolto tutti gli imputati ma ha anche impedito un legittimo risarcimento alle famiglie che hanno perso dei parenti. In questo caso, anche se a distanza di così tanto tempo, c'è speranza che giustizia sia fatta.

Leggi anche:

AMIANTO LOMBARDIA 2016: Cosa fare

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.