Milano: Pedofilia, condannato don Galli

Milano: Pedofilia, condannato don Galli

A processo con l'accusa di aver abusato sessualmente di un ragazzino di 15...

Ventis, un’esperienza di shopping online straordinaria

Ventis, un’esperienza di shopping online straordinaria

Ventis è un negozio online che si propone di portare le flash sales in Italia...

Tendenza capelli: look naturale

Tendenza capelli: look naturale

Lisci o ricci, tinti o trattati, l’aspetto dei capelli nella prossima stagione...

Il nullafacente per Tramedautore al Piccolo Teatro

Il nullafacente per Tramedautore al Piccolo Teatro

Venerdì 21 settembre Il nullafacente in scena al Piccolo Teatro...

Cosa fare questo weekend a Milano? 21-23 settembre 2018

Cosa fare questo weekend a Milano? 21-23 settembre 2018

Come sempre MilanoFree.it offre i suoi consigli sui...

Silenzi e stanze Altre storie da Edward Hopper di Michele Mozzati

Silenzi e stanze Altre storie da Edward Hopper di Michele Mozzati

Martedì 25 settembre alle 18.30 al Teatro Parenti di Milano (SalaAcomeA),...

Collezioni donna per l’autunno-inverno 2018-2019

Collezioni donna per l’autunno-inverno 2018-2019

Piumini oversize stampati a grandi righe e a grandi quadri, colli...

Cacio e Pepe festival 2018 a Milano

Cacio e Pepe festival 2018 a Milano

Da giovedì 20 a domenica 23 settembre 2018 si svolgerà a Milano in Piazza...

Yogurt fatto in casa: ecco come fare

Yogurt fatto in casa: ecco come fare

Lo yogurt è un alimento a base di latte fermentato classificato tra i...

Caritas per Expo 2015: Dividere per moltiplicare. Spezzare il pane

Oggi parliamo del Padiglione Caritas: collocata lungo il Decumano l’edicola Caritas in prossimità dell’ingresso principale di Expo Milano 2015, si compone di una parte esterna pavimentata di 200 mq che accoglie i visitatori, una parte coperta di 150 mq dove sono dislocate le diverse aree e una parte a verde di 550 mq.

padiglione caritas expo milano 2015Esteticamente si presenta come un cubo spezzato in modo da riuscire a rappresentare nella composizione dei volumi e nell’essenzialità delle forme, l’idea della condivisione come ricchezza.

Il progetto del Padiglione pensato da Piuarch vede la suddivisione del volume principale in altri 5 volumi diversi per dimensioni che si modellano in base alle diverse funzioni e ambienti che ospitano. Tutto il rivestimento esterno è realizzato in rete in PVC pre tesata questo consente il passaggio dell’aria senza necessità di condizionamento e favorisce allo stesso tempo la naturale luminosità degli ambienti per ridurre al minimo l’impiego di energia.

Cosa ne sarà dopo Expo2015?

In realtà il progetto è concepito per portare il proprio messaggio anche dopo l’Esposizione Universale di Milano, infatti questa struttura può essere smontata e rimontata altrove, potrà infatti essere utilizzata come centro da ascolto, luogo da cui erogare servizi per i più bisognosi e perché no, potrà diventare una scuola.

padiglione caritas expo milano 2015 tiziana leopizzi 2Torniamo nel Sito Espositivo, qui il Padiglione Caritas propone 5 esperienze per entrare in relazione con il tema dividere per moltiplicare e con quello che è il mondo di Caritas. Questo concetto si applica non solo al tema del cibo, tematica portante di Expo Milano 2015, ma “Dividere per moltiplicare” rappresenta un concetto da applicare alle idee, alle conoscenze, ai luoghi, alle situazioni. L’idea di condivisione, quindi, si manifesta in Expo all’interno di uno spazio pensato per favorire l’incontro e lo scambio di esperienze.

L’Edicola è infatti fulcro di un ricco palinsesto culturale sul tema “Dividere per moltiplicare. Spezzare il pane”, inspirato al noto episodio evangelico. Tra i diversi ambienti, potete vivere diverse  esperienze multimediali e al centro di questo itinerario troverete l’esposizione di un’opera d’arte: l’installazione Energia, realizzata nel 1973 dall’artista tedesco Wolf Vostell.

L’opera consiste in un’automobile Cadillac cinta da forme di pane. L’artista, accostando uno status symbol e il bene di prima necessità per antonomasia vuole in qualche modo rappresentare una denuncia nei confronti della società consumista. 

La vostra esperienza poi diventa collettiva, poiché a fine percorso potete registrare il vostro video messaggio, un piccolo contributo che sarà poi montato a quelli degli altri visitatori  di Expo 2015, per creare un collage di racconti in tante diverse lingue del mondo: un eredità spirituale collettiva che verrà condivisa anche sui Social Media.

Quanto al palinsesto culturale l’edicola Caritas prevede un programma  con 11 convegni a cura di esperti e testimoni provenienti da tutto il mondo su quelli che sono i temi della fame, del diritto al cibo e all’acqua, delle migrazioni e della guerra, dei paradossi alimentari e degli effetti di un’iniqua distribuzioni di risorse.

Tiziana

Leggi anche:

Andrea Besuschio a Expo 2015

Expo 2015 per i più piccoli

Expo 2015: cosa ci piace

Mangiare la pizza ad Expo?

Expo 2015: La valle dei cereali

Expo Milano 2015. Il MiBACT regala 17 Gioielli Italiani

Expo 2015: A Taste of Vine

Expo 2015 cosa mangiare al giusto prezzo?

Expo2015. Trasporti pubblici attivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.