• Home
  • MOSTRE
  • Un viaggio nella Terra degli Spiriti: Africa al Mudec

Un viaggio nella Terra degli Spiriti: Africa al Mudec

C’è tempo fino al 30 agosto per osservare da vicino le 270 opere comprese nel percorso espositivo della mostra Africa. La terra degli Spiriti in corso al Mudec, il nuovo Museo delle Culture di Milano.

africa terra spititi mudec museo culture milano mostreUn’esposizione, curata da Ezio Bassani, Lorenz Homberger, Gigi Pezzoli e Claudia Zevi, che prendendo in considerazione l’arte africana come  una produzione basata su un sistema di connessioni fra il mondo degli uomini e quello degli spiriti, da’ conto dei diversi sguardi con i quali la nostra cultura si sia posta dinnanzi alle espressioni artistiche dell’Africa.

Opere che rappresentano come la produzione tradizionale dell’Africa Nera non abbia generato semplici oggetti-documento, ma si sia mossa verso quella dimensione definibile come “arte tout court” in cui confluiscono specifici canoni estetici, con la ricchezza molteplice delle concezioni religiose, dei riti, delle manifestazioni del potere, fino agli oggetti della vita di tutti i giorni delle diverse popolazioni che l’hanno espressa.

Maschere, figure rituali e magiche, feticci e oggetti di potere accostati a una selezione di oggetti d’uso sono esposti in un percorso suddiviso in più sezioni dedicate ognuna a un tema specifico al fine di fornire una nuova visione inedita e imprevista dell’universo del continente africano. Si tratta infatti di un nutrito corpus di opere che non rappresentano la realtà in maniera fedele, ci raccontano piuttosto dell’antico culto degli antenati, dei rituali sacrificali e di quella che era la divinazione della religione animista.

Da un lato viene illustrato come alcuni tra i più celebri capolavori dell’arte africana siano stati reinterpretati dalla cultura occidentale: nelle prime due sale potete osservare quanto i cosiddetti “selvaggi” produssero, manufatti che influenzarono i maestri delle avanguardie, arte che al tempo stesso era già ricercata da secoli e parte delle collezioni delle maggiori corti europee sin dal ‘500.

Dall’altro, invece, gli oggetti esposti si trasformano in simboli e tracce significanti della storia e della cultura della propria civiltà, inseriti in un sistema di credenze e regole a fondamento della cultura africana, in cui il segno diventa sostituto valido alla parola scritta.

Un viaggio nel tempo nei tre momenti fondamentali della religiosità africana: il mondo degli spiriti, i sacrifici per placare i demoni che minacciano gli uomini e la divinazione che interroga gli spiriti della terra e del vento.

La mostra racconta anche della grandezza degli antichi regni africani, e affronta il tema degli oggetti d'uso quotidiano, all’interno del discorso che lega gli esseri della natura. Infine a conclusione la sala dedicata alle maschere, strumenti attraverso i quali l’individuo entra in contatto con gli spiriti attraverso il rituale della danza.

Mudec – Museo delle Culture

Via Tortona, 56 – Milano

Orari: lunedì 14.30-19.30; martedì,  mercoledì, venerdì, domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30

15 agosto — Ferragosto: 9.30 - 19.30

Ingresso con promozione speciale Expo 2015: biglietto intero 12 €, biglietto ridotto 10 €

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.