Leonardo sbatte la porta in faccia a Gazidis

Leonardo sbatte la porta in faccia a Gazidis

Tra qualche giorno Leonardo annuncerà le sue dimissioni da direttore tecnico...

Inquisizione e stregoneria a Milano

Inquisizione e stregoneria a Milano

Nella lunga storia dell'umanità tutti sappiamo che vi sono stati, oltre a...

Radio Italia Live 2019

Radio Italia Live 2019

Lunedì 27 maggio in Piazza Duomo a Milano si terrà il Radio Italia Live...

Giornata del Sollievo, visite gratuite all'ASST Gaetano Pini-CTO

Il 26 maggio gli esperti di Terapia del Dolore saranno a disposizione dei...

L’oro invisibile

L’oro invisibile

Dal 9 maggio al 9 luglio, la Biblioteca Ambrosiana di Milano presenta la...

World Press Photo 2019: immagini dal Mondo

World Press Photo 2019: immagini dal Mondo

Fino al 2 di giugno, Gallleria Sozzani in corso Como 10, ospita Il World Press...

Magnum’s first. La prima mostra di Magnum

Magnum’s first. La prima mostra di Magnum

Ancora una volta il Museo Diocesano Carlo Maria Martini di Milano omaggia la...

Vittorio Sgarbi. Antonello contemporaneo

Vittorio Sgarbi. Antonello contemporaneo

Lunedì 27 maggio alle ore 19:00 è in programma una visita speciale alla...

Street food festival 2019

Street food festival 2019

Gli eventi ospitati al Carroponte di Sesto San Giovanni, oltre ai...

  • Home
  • Milano
  • expo2015
  • La Calabria è protagonista a Expo Milano 2015: territorio, biodiversità e start up

La Calabria è protagonista a Expo Milano 2015: territorio, biodiversità e start up

Cibo sano, produzioni d'eccellenza, frutti unici. Un’agricoltura che ha saputo conservare sia la sua tradizione con uno sguardo attivo sull’innovazione, nella varietà straordinaria dei prodotti e dei paesaggi. In sintesi, è questa la Calabria che si è presentata a Expo Milano 2015, durante la Settimana del Protagonismo della Calabria, in programma sino al 30 settembre, dedicata a quelle che sono le eccellenze agroalimentari della regione.

calabria expo milano 2015 eventi milanofree tiziana leopizziLa Calabria si presenta quale terra accogliente, ricca di paesaggi, colture e culture, dove si produce e si mangia cibo di qualità e meta di esperienze uniche di viaggio, con un programma si eventi e manifestazioni alla scoperta delle eccellenze nazionali.

Territorio, biodiversità agricola e alimentare, storia e innovazione. Si parte con la presentazione dei tre parchi nazionali: la Sila, l'Aspromonte e il Pollino (che comprende anche la Basilicata). Il primo, dominato per l’80% da boschi si estende su un territori di 74mila ettari, rappresentato dai pascoli della varietà Podolica (da quattro anni Presidio Slow Food), una delle poche razze bovine che ancora fanno la transumanza e vengono allevate allo stato brado.

"Qui a Expo vogliamo valorizzare il nostro turismo sostenibile e di nicchia. Un turismo fatto spesso di famiglie, bambini, di persone interessate a scoprire la cultura locale, compresa l'enogastronomia, così come tutto ciò che è legato allo stile di vita dei luoghi", ha spiegato la commissaria del Parco, Sonia Ferrari.

Proseguiamo con il Parco Nazionale dell'Aspromonte, di 64mila ettari che ha puntato sul bergamotto: "Un frutto prodigioso, frutto della straordinaria biodiversità del nostro territorio e su cui stiamo investendo grandi energie", ha spiegato il presidente del Parco, Giuseppe Bombino.

E ancora, il Parco Nazionale del Pollino, 'cuore verde' di Calabria e Basilicata, patrimonio che si estende su 200mila ettari di natura incontaminata, raccontato attraverso i suoi prodotti Dop: la lenticchia di Mormanno e il vino moscato al Governo di Saracena. 

"La Calabria è una regione che può vantare eccellenze agroalimentari straordinarie, dall'olio ai formaggi, alla produzione di agrumi. Questa è l'occasione per valorizzarle e offrire una vetrina ai nostri produttori", ha sottolineato il dirigente della Regione Calabria al Dipartimento Agricoltura Foreste e Forestazione, Carmelo Salvino. "La nostra produzione può vantare 14 tra Dop e Igp. Alcuni prodotti sono davvero unici al mondo, come il bergamotto o la cipolla di Tropea - ha spiegato Giacomo Giovinazzo, dirigente della Regione Calabria - È importante riuscire a promuovere questi prodotti di tradizione millenaria creando una sinergia tra turismo, cultura e settore agroalimentare".

Dopo le eccellenze vitivinicole, protagoniste della giornata di sabato, il programma di domenica è stato dedicato al cibo naturale. Si continua lunedì 28 con l'esaltazione della dieta mediterranea, riconosciuta Patrimonio dell'Umanità. Tecnologia, innovazione, ricerca e nuove frontiere del cibo tematiche protagoniste della giornata di martedì 29 alla quale parteciperanno spin off e start up calabresi. In conclusione mercoledì 30, una giornata dedicata all'identità della Calabria come cuore del Mediterraneo. A conferenze e workshop, diverse degustazioni allestite da studenti e docenti degli Istituti Alberghieri della Calabria, con performance dal vivo e spettacoli musicali e teatrali.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.