• Home
  • EVENTI
  • Selah Sue torna a Milano : concerto ai Magazzini Generali

Selah Sue torna a Milano : concerto ai Magazzini Generali

selah sue

Un’artista raffinata, circondata da un alone di femminilità pur applicandosi ad un genere rude come il reggae, Selah Sue torna a Milano dopo il concerto evento dello scorso aprile al Tunnel, questa volta ai Magazzini Generali, lunedi 27 ottobre.

Selah Sue 

È  incredibile come una delle voci più calde del soul e del reggae internazionale possa provenire dal Belgio, come una bellissima ragazza dagli occhi azzurri e dai lineamenti nordici possa trovarsi a suo agio con un genere cosi lontano culturalmente e geograficamente.
 
Selau Sue, al secolo Sanne Putseys, nasce 27 anni fa a Leefdaal, nel cuore delle fiandre e decide di intraprendere la carriera di musicista dopo aver abbandonato il suo iniziale sogno di diventare ballerina. La svolta avviene alla superiori quando viene per la prima volta a contatto con la musica reggae e, proprio grazie ad essa, riuscirà a superare una grave crisi depressiva intorno ai 17 anni. Il talento certamente non manca e Sanne comincia a riscuotere una certa fama nella propria nazione attraverso la piattaforma MySpace.
 
I primi contratti non tardano ad arrivare e l’artista deciderà di fermare con l’etichetta Because Music con la quale pubblicherà il suo omonimo album di debutto “Selah Sue” nel 2011. Da Selah Sue saranno tratte le hit Raggamuffim e Crazy Vibes che la renderanno nota a livello globale intraprendendo un tour di più di due anni che toccherà il nord e il sud America, l’Asia e tutta l’Europa.

Il concerto

Artista controcorrente, seppur dotata di un fascino e di un talento sconosciuto alla maggior parte delle proprie colleghe, Selah Sue sembra non godere della fama ad esse attribuite. Merito della sua scelta di tenersi lontano dai riflettori, Sanne, alla celebrità, preferisce il rispetto ottenuto suonando la propria musica, intima, di qualità. In quest’ottica va forse inscritta anche la scelta antipolitica di cantare in patois, il tipico dialetto delle isole jamaicane, ma nella versione spiritualizzata tanto affascinante quanto ancora più ostica da intuire ed imparare, del movimento religioso dei rastafariani.
 
Selah Sue è questa e la sua carriera era già stata segnata da scelte radicali quando, ancora prima di pubblicare il primo Ep Black Part Love, rifiutò un contratto con un etichetta che gli proponeva di eseguire solamente cover dei più famosi successi reggae. Nell’arte di rilievo la personalità dell’artista è componente fondamentale e le leggi del mercato non possono intaccarla, anche  al costo di piacere di meno, la personalità di Selah Sue è così forte da stravolgere un genere monotono e consolidato su forme standard come il reggae pur riuscendo a rimanere profondamente legata alla  radici del movimento. Chi si aspetta la solita ora e mezza di musica dance hall o la solita schiera di ragazzi con i dread ha sbagliato concerto. 
 
Il pubblico milanese ha già avuto la possibilità di ascoltare dal vivo le nuove canzoni di Reason, il suo ultimo album uscito questo marzo, in occasione del concerto al Tunnel Club, per chi si fosse perso questa occasione Selah Sue torna in città, lunedì 27 ottobre, ai Magazzini Generali.
Marco Beltramelli 
Selah Sue
Quando: Lunedì 27 ottobre 2015
Dove: Magazzini Generali Via Pietrasanta, 16, 20141 Milano
Biglietti: a partire da 23,00 euro
Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.