• Home
  • ARTE
  • Un percorso artistico dedicato ad Enzo Jannacci

Un percorso artistico dedicato ad Enzo Jannacci

janncci 2

''El purtava i scarp del tennis, el parlava de per lu, rincorreva già da tempo un bel sogno d'amore''

Sabato 3 ottobre presso via Ardigò è stato inaugurato un murales dedicato ad Enzo Jannacci dal titolo ''El purtava i scarp del tennis''. Quest'opera, realizzata dal pittore Denis Ascanio ed appoggiata da MM Spa, si inserisce all'interno di un progetto più ampio promosso dalla Zona 4 di Milano che intende in qualche modo far rivivere i luoghi della memoria musicale del cantante meneghino tramite sia la realizzazione di murales che l'affissione di targhe commemorative.

I luoghi toccati da questa operazione sono sia edifici privati che pubblici. I murales momentaneamente, ma non è detto che in futuro non si possa allargare l'iniziativa ad altri luoghi, si trovano in viale Corsica, Piazzale Martini, via Lomellina, Piazzale Susa e presso la stazione di Rogoredo, dove un vecchio e degradato tunnel è stato riconvertito in una piccola opera d'arte con annessa festa di quartiere ed una mostra dal titolo ''La mia gente, Enzo Jannacci, canzoni a colori'': illustrazioni di fumettisti ispirate ai personaggi delle canzoni cantate da Jannacci.

Questo ammirevole progetto va a sua volta ricondotto all'interno di un insieme più ampio di interventi ( l'ashtag di riferimento è #bellamilano ), con la compartecipazione sia di associazioni di cittadini che delle istituzioni comunali, per la riscoperta del volto meno scintillante della città: le periferie.

Sono nati su quest'onda diversi percorsi urbanistici, culturali ed ambientali volti alla valorizzazione territoriale di taluni quartieri che talvolta potremmo definire ''dormitori'', i quali ora invece si riempiono di arte, che ne migliora il lato estetico, ed eventi che favoriscono soprattutto una maggiore coesione sociale per chi ci vive.

Pin It