All You Can Drink: Milano alza il gomito

Più che puoi, cantavano Eros Ramazzotti e Cher.
All you can risponde Milano, che non si lascia mai scappare l'opportunità di sorprenderci con nuove insolite iniziative mondane. Questa volta, la nostra città – notoriamente sprovvista di mezze misure – ha scelto di correre a tutta birra (anzi, vino), prendendo in prestito la formula orientale dell'All you can eat, declinandola in All you can drink.

all you can drink milano Dalle scorpacciate di sushi ai due, tre, quattro …. brindisi, i milanesi trovano sempre il modo di andare oltre.
L'iniziativa è da ricondursi alla giovanissima associazione Just Wine – Carlo, ventiduenne, ha riportato a Repubblica:
“Giovedì a Milano è serata universitaria, ma i prezzi sono improponibili. La nostra formula è intelligente: i locali che ci ospitano garantiscono cena a buffet e security, il vino lo portano le aziende sponsor. È vero che alcuni, con 15 €, bevono da soli due bottiglie di vino, ma sono una minoranza”.

Ma è davvero così?

La goliardica iniziativa ha già dato adito a parecchie preoccupazioni – smuovendo Codacons e Silb – Associazione Italiana Locali da Ballo.

Marco Maria Donzelli
– presidente del Codacons, appunto – è stato lapidario: “Incitare i giovani a bere alcolici è la cosa più sbagliata che può essere fatta. La società dovrebbe promuovere metodi alternativi per il divertimento dei giovani, non fare in modo che i giovani si ubriachino; nel nostro paese l'alcolismo è una vera e propria piaga che deve essere combattuta”.
Roberto Cominardi – presidente del Silb – ha richiesto espressamente al Comune di Milano di intervenire “contro quella che non solo è concorrenza sleale, ma anche una pratica pericolosa, che spinge i giovani a bere fino a stare male”.

wine milano

L'idea di “bere fino a star male” non è certo nata ieri: l'open bar in discoteca esistono da sempre, senza contare i free drink che i bar tender discotecari passano sottobanco a ragazzine ammiccanti o tutte le latterie aperte fino a tarda notte che vendono a pochi spiccioli alcolici scadenti ai minorenni.
Tuttavia, quella che nasce come una bella idea – per bere del buon vino senza spendere € 10 a calice – può facilmente tramutarsi in un'abitudine pericolosa, soprattutto per i guidatori e i ragazzini … anche se a questi non andrebbe versato neanche un drink, a prescindere dalla formula utilizzata nel locale.

Nel frattempo, le serate organizzate da Just Wine continuano: l'appuntamento è ogni giovedì all'ATM ai Bastioni di Porta Volta. All'irrisorio costo di € 15 è possibile mangiare e alzare i calici senza limiti.

Milano ha sempre un asso nella manica ... in questo caso un calice: Cheers!

Alexia Altieri

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.