• Home
  • CRONACA
  • Isis, allerta a Milano: Duomo e la Scala possibili obiettivi

Isis, allerta a Milano: Duomo e la Scala possibili obiettivi

vista dal duomo21Dopo gli attentati di Parigi della scorsa settimana, sale l’allerta in Italia per i prossimi attacchi terroristici dell’Isis.

A lanciare l’allarme è direttamente l’FBI che ha segnalato alle autorità italiane dei potenziali rischi per le città di Roma e Milano.

Tra i possibili futuri obiettivi ci sarebbero infatti il Duomo e la Scala di Milano e la Basilica di San Pietro a Roma.

Accanto a questi, sarebbero a rischio anche eventuali chiese e sinagoghe, così come ristoranti ed alberghi del centro.

Secondo quanto riferito dall’ambasciata americana: “i gruppi terroristici potrebbero utilizzare metodi simili a quelli usati recentemente a Parigi. Le autorità italiane sono a conoscenza di queste minacce”.

Desta una certa preoccupazione la prima della Scala che si terrà il prossimo 7 dicembre in occasione del giorno dedicato alle celebrazioni di Sant’Ambrogio.

Rafforzata di conseguenza la vigilanza nella zona Duomo, ma la Prefettura ha “emanato ulteriori disposizioni in via d'urgenza a tutela degli obiettivi segnalati che risultano, comunque, già presidiati e vigilati”.

Nelle segnalazioni inviate dall’FBI sarebbero stati inoltre resi noti i nomi di cinque persone di nazionalità araba, già presenti sul territorio nazionale con il probabile intento di progettare attacchi terroristici.

Le ricerche ed i controlli dei nominativi sono partite tempestivamente, ma al momento non sono stati ottenuti riscontri significativi in merito.

Intanto, una circolare rilasciata dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza nazionale è già stata diramata ai questori di Milano e Roma con l’immediata richiesta di intensificazione dei controlli e della vigilanza in entrambi i territori.

Al momento, le fonti governative rassicurano sul fatto che tutti i dovuti controlli sono in atto e che “sono oggetto di attenta valutazione dalle forze di sicurezza italiane senza enfatizzazioni ma anche senza sottovalutazioni, come sempre avviene su base quotidiana per le informative, che vengono sempre vagliate e verificate”.

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.