• Home
  • CRONACA
  • Rozzano, festa di Natale cancellata e crocifissi rimossi

Rozzano, festa di Natale cancellata e crocifissi rimossi

nataleIn un istituto comprensivo di Rozzano, alle porte di Milano, è scattata una vivace protesta da parte di alcuni genitori per la decisione del preside di annullare tutte le iniziative dedicate al Natale.

E’ accaduto al Garofani, dove i vertici dell’istituto hanno optato quest’anno per una linea fortemente improntata alla laicità che prevede persino la rimozione del crocifisso dalle aule.

Alla base della scelta, vi sarebbe la volontà di non creare disagio ai genitori musulmani con canti religiosi di stampo cristiano e cattolico, educando sin da subito i bambini al rispetto della diversità.

Da “Festa di Natale” l’evento è stato così ribattezzato in “Festa d’inverno”, e al posto dei tradizionali festeggiamenti con i canti religiosi, i bambini intoneranno invece le filastrocche di Gianni Rodari e le canzoni di Sergio Endrigo.

Immediata la reazione di un gruppo di genitori che ha sin da subito organizzato una vivace protesta con l’intento di chiederne un ripensamento.

Ma interpellata in merito, la vicepreside Ornella Godi ha ribadito che: “per evitare strumentalizzazioni il programma del saggio quest’anno è basato sulle filastrocche di Gianni Rodari e sulle canzoni di Sergio Endrigo".

Per quanto riguarda invece la presenza o meno del crocifisso, in tal caso la decisione dei vertici dell’istituto è stata unanime: non devono essere presenti nelle aule.

Il dirigente scolastico Marco Parma, candidato sindaco per una lista civica e per il M5S a Rozzano, non sembra aver dubbi in merito: “i crocifissi non ci sono da tempo, un paio di genitori ha proposto di metterli nelle aule e il Consiglio di Istituto a giugno ha respinto la proposta”.

La vicepreside ha infine aggiunto che in realtà “in due aule i crocifissi c’erano e nelle altre no. La decisione del Consiglio di Istituto è stata quella di uniformare e togliere i crocifissi che c’erano”.

Salvo inversioni di rotta, un Natale inconsueto attende quindi gli alunni del Garofani, senza celebrazioni del Natale e senza crocifisso in aula.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.