• Home
  • CRONACA
  • Rozzano, dimissioni del preside dopo le polemiche sul Natale

Rozzano, dimissioni del preside dopo le polemiche sul Natale

natale milanoA seguito delle vivaci polemiche suscitate dalla cancellazione delle celebrazioni natalizie presso l’istituto comprensivo “Garofani” di Rozzano, si apprende ora che il preside Marco Parma, fautore di un “Natale laico” volto a non urtare la sensibilità di chi professa un’altra religione, ha rimesso il mandato di reggente limitatamente alla scuola primaria.

Il dirigente scolastico è stato infatti convocato per lunedì dall’Ufficio regionale scolastico della Lombardia, con l’intento di accertare le motivazioni “che stanno alla base del grave gesto da lui compiuto nel cancellare ogni iniziativa scolastica che riguarda il Natale cristiano”.

Festeggiamenti che in realtà, come dichiarato dalle associazioni islamiche di Milano, non avevano mai rappresentato “un problema per i musulmani in questo Paese”.

In merito alla vicenda non si sono fatte attendere le reazioni da parte del mondo politico.

Il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, ha infatti dichiarato che “dovrebbero essere licenziati quegli insegnanti e quei presidi che cancellano il Natale. Chi cancella il presepe e la storia di Natale non è adatto a fare quel lavoro”.

Un invito al ripensamento è giunto invece da Francesca Puglisi, responsabile Scuola, Università e Ricerca del PD, la quale ha sottolineato che “essere una scuola multiculturale, accogliente e solidale, non significa rinunciare ai propri valori e alla propria cultura. Il Natale è festa di pace e di fratellanza da condividere con tutti. Rinunciare a festeggiarlo con la comunità scolastica è un non senso”.

Le scelte anticonvenzionali del dirigente Parma non hanno lasciato indifferente neppure il premier Matteo Renzi, il quale ha prontamente commentato la vicenda sottolineando che “il Natale è molto più importante di un preside in cerca di provocazioni. Se pensava di favorire integrazione e convivenza in questo modo, mi pare abbia sbagliato di grosso”.

Lo stesso sindaco di Rozzano, Barbara Agogliati, ha invitato il preside a rivedere le sue decisioni in merito ad una faccenda tanto delicata che sin da subito ha inasprito gli animi dei genitori degli alunni del Garofani.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.