• Home
  • CRONACA
  • Lombardia, arriva la mappa per monitorare le calamità naturali

Lombardia, arriva la mappa per monitorare le calamità naturali

pcDal prossimo gennaio sarà reso disponibile in Lombardia un sistema di monitoraggio che consentirà di ricevere in tempo reale le informazioni relative alle principali calamità naturali, come terremoti o eventi meteorologici avversi.

Un vero e proprio “unicum a livello nazionale” come è stato definito dall’assessore Simona Bordonali in occasione della sua partecipazione ad un convegno dedicato all'aggiornamento del Programma regionale integrato di mitigazione dei rischi (Prim).

Il nuovo sistema georeferenziato realizzato dall'Assessorato Regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione consentirà ai cittadini di accedere ad informazioni preziose, in passato riservate solo ed esclusivamente agli addetti ai lavori.

Come spiegato dall’assessore Bordonali: “con un semplice click tutti i cittadini capaci di leggere in modo scientifico determinati dati, possono verificare in qualunque momento i rischi di un determinato territorio. E' un grandissimo passo avanti, che ci aiuta nel diffondere l'importanza di sapere assumere comportamenti adeguati in situazione di emergenza e o criticità”.

Scegliendo il punto di interesse, il sistema fornirà le informazioni relative ad uno specifico territorio in merito agli aspetti legati all'atmosfera (vento, precipitazioni, fulmini), al suolo (quota, numero del mappale catastale, uso del suolo, altezza della neve, frane, classe di fattibilità geologica, zona sismica) e al sottosuolo (accelerazione sismica, geologia, radon).

Sarà inoltre possibile verificare in qualsiasi momento anche gli indici di rischio, così come vengono elaborati dal Prim.

A conclusione del suo intervento, l’assessore Bordonali ha infine aggiunto: “con il rischio dobbiamo convivere e quindi è meglio agire preventivamente, informando. Questo sistema ci consentirà quindi di mettere a disposizione elementi importanti che consentono da una parte di pianificare eventuali interventi e, dall'altra, di dare una corretta informazione sul territorio di interesse. Non ci interessa, dunque, creare allarmismo, quanto aumentare la consapevolezza dei rischi potenziali. Ancora una volta la Lombardia si dimostra all'avanguardia e lancia un sistema, un unicum a livello nazionale, che potrà portare importanti benefici a tutti coloro che saranno interessati a seguire il nostro modello”.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.